Vai alla home page

Aggiornamenti Google e nuovi algoritmi

Gli aggiornamenti Google sono frequenti e riguardano principalmente i suoi algoritmi. Responsabili del posizionamento nella SERP dei contenuti (pagine e articoli del tuo sito web, il blog o l’eCommerce). Dimentica la frase: -“L’ottimizzazione sui motori di ricerca è definitivamente morta”. – Se non costruirai una buona strategia e non dedicherai nuove risorse alla migliore visibilità, non andrai molto lontano.

Aggiornamenti Google che negli ultimi hanno fatto la differenza tra “esserci o non esistere”. Se pensiamo che spesso e volentieri un nuovo sito WordPress non è nemmeno indicizzato, non possiamo pretendere che lo stesso raggiunga gli obiettivi: trovare nuovi utenti online che convertano le offerte e i servizi in acquisti. Iniziamo dal capire meglio come funziona Google.


Aggiornamenti Google e nuovi algoritmi

È fondamentale quindi affidarsi ad un SEO Specialist professionista, o quanto meno conoscere quali sono le regole di Google. Allo stesso modo dobbiamo essere consapevoli che oggi Google utilizza “algoritmi” e “programmi di apprendimento automatico” per visualizzare pagine pertinenti di risultati web che soddisfano le esigenze della query di ricerca. Una profonda comprensione degli aggiornamenti Google può catapultare in avanti il traffico del sito web lasciando al “palo” la concorrenza. Il trucco è capire come e perché Google sceglie di classificare i siti web. È importante capire quindi  cos’è un “algoritmo” di ricerca.


Algoritmo di ricerca

Un processo, o una serie di regole utilizzate dai motori di ricerca e da Google in particolare per determinare il significato di una pagina web. Gli algoritmi vengono utilizzati per filtrare, digerire e valutare le pagine web per garantire che i risultati di ricerca corrispondano alla query di ricerca dell’utente.


Google utilizza una serie di regole e procedure complesse (come ad esempio proprio gli algoritmi) per trovare, filtrare e digerire pagine web da Internet per il sui “indice”. È questo indice (SERP) delle pagine web che Google usa quando visualizza risultati di ricerca pertinenti (10 per pagina). Ricorda sempre però che Google non è Internet (anche se l’immagine parla chiaro) e dovrebbe invece essere visto come un “gateway”, per aiutare gli utenti a trovare informazioni aggiornate e precise più e più volte.

Aggiornamenti Google e nuovi algoritmi

Come motore di ricerca “go-to”, Google domina il settore, elaborando ogni giorno oltre 3,5 miliardi di ricerche. Con così tanta domanda e il suo potenziale per creare o distruggere siti web e aziende, è chiaro che investire tempo per “impressionare” gli algoritmi di Google è una cosa vantaggiosa per avere successo online grazie al posizionamento organico dei contenuti.


Aggiornamenti Google; algoritmo Panda 🐼

Panda ama leggere e digerire le informazioni. Prova a creare contenuti che rispondano alle query di ricerca degli utenti e non vengano mai copiati da altri. Afferra l’attenzione di Panda con testi “long form” che siano dieci volte meglio della concorrenza. Se gestisci un sito di eCommerce, concentrati sullo sviluppo di pagine di prodotto di alta qualità che meritino di essere classificate.

Rilasciato a febbraio 2011, l’algoritmo Panda crea un “punteggio” di una pagina web basato su una serie di criteri di qualità che si concentrano sui contenuti. Originariamente sviluppato per comportarsi come un “filtro di classificazione” per setacciare siti con contenuti plagiati, Panda è stato successivamente incorporato nell’algoritmo di classificazione core all’inizio del 2016.


Aggiornamenti Google: algoritmo Penguin 🐧

Penguin ama vedere relazioni affidabili tra i siti. Inutile creare link ad altri siti web che non siano “naturali”. Proprio come nel mondo reale, non esiste una scorciatoia rapida per costruire relazioni solide. Se stai eseguendo strategie di link building, assicurati di controllare regolarmente i link a ritroso del tuo sito web per mantenere il tuo “footprint” pulito, ordinato e naturale.

Rilasciato per la prima volta nell’aprile 2012 e successivamente incorporato nell’algoritmo di classificazione core nel 2016, l’algoritmo Penguin di Google è un filtro per l’elaborazione dei dati in tempo reale. Indipendente dalla lingua, che mira a scoprire e svalutare i siti web che possono essere considerati manipolativi o innaturali. Gli aggiornamenti continui di Penguin hanno cambiato il modo di fare SEO. L’utilizzo di tattiche obsolete può penalizzare i siti web i e persino cancellati dall’indice di Google.


Aggiornamenti Google: algoritmo Hummingbird 🐦

Hummingbird è pronto e in attesa di nutrirsi sul tuo sito web come dolce nettare. Cerca di attirare l’attenzione creando pagine che corrispondono all’intento di ricerca dell’utente (Search Intent). Esplora possibili sinonimi e scegli come target le parole chiave a coda lunga (Long Tail Keyword) con meno concorrenza. Impara dai tuoi competitor che potrebbero fare meglio di te. Se hai difficoltà a scrivere contenuti, prova a rispondere  alle domande dei clienti in modo naturale e coinvolgente.

Long Tail Keyword

Rilasciato a settembre 2013, l’algoritmo Hummingbird ha cambiato significativamente il modo in cui il motore di ricerca interpreta le query degli utenti e premia i siti web. L’introduzione di Hummingbird ha spostato l’attenzione dei  siti web sull’abbinamento di “intenti di ricerca” dell’utente, piuttosto che semplicemente cercando di classificare una parola chiave o una frase.

L’obiettivo di questo nuovissimo algoritmo è quello di aiutare Google a comprendere meglio il “cosa” dietro una query di ricerca, piuttosto che visualizzare risultati basati su un livello generale di parole chiave. In breve, Hummingbird aiuta gli utenti a trovare ciò che desiderano, oltre a consentire a Google di trovare, filtrare e visualizzare risultati più mirati sul significato di una query.


Aggiornamenti Google: algoritmo Pigeon 🕊

Pigeon è pronto a fornire risultati locali migliori. Approfitta di Google My Business ed entra in alcuni elenchi locali online affidabili come Yelp. Quando crei il contenuto, prova a utilizzare testo e immagini che sono distintamente associati a una posizione o un’area. Se gestisci un’attività basata sul servizio, assicurati di generare recensioni degli utenti.

Rilasciato per la prima volta nell’agosto 2013, l’algoritmo Pigeon è stato lanciato per fornire risultati migliori per le ricerche locali (local search). Prima di Pigeon, i risultati di ricerca locali di Google producevano un miscuglio di informazioni e un aggiornamento era necessario per incorporare, sia la posizione, che la distanza come fattori importanti durante la visualizzazione dei risultati. Successivamente, Google ha ridotto il numero di risultati commerciali locali visualizzati da 7 a 3, rendendo l’esposizione locale ancora più difficile. Tuttavia, l’algoritmo combina efficacemente i risultati di ricerca di Google con le ricerche di Google Map.


Aggiornamenti Google e nuovi algoritmi: conclusioni

Sapere come Google classifica i siti web ti aiuta ad avere un maggiore impatto nel posizionamento. Scalare le classifiche nella SERP di Google è un processo lungo e richiede una buona strategia che deve soddisfare i criteri degli algoritmi di Google. Non è sempre semplice e per questo ti consiglio di affidarti ad un professionista della SEO in grado di affiancarti nel tuo lavoro.

Se il lavoro sarà bene impostato e gestito nel tempo i risultati non tarderanno troppo ad arrivare. È inevitabile che Google aggiorni continuamente i suoi algoritmi per migliorare la sua A.I. (Intelligenza artificiale). I quattro algoritmi evidenziati in questo articolo, sono solo una parte degli algoritmi responsabili del ranking di Google. In totale, i fattori di ranking sono oltre 200 e vengono esaminati non solo dai quattro algoritmi principali ma anche da programmi di apprendimento automatico. In definitiva, questi algoritmi decidono dove posizionare una pagina web nei risultati di ricerca. Il nostro lavoro di SEO Specialist è quello di essere sempre aggiornati aiutandoti a raggiungere i tuoi obiettivi. Stay tuned, Gestione WP.

Nascondi
Guida WordPress 2019