Vai alla home page

Aggiornamento Google del 1° agosto 2018

Aggiornamento Google: il 1 ° agosto 2018 Google ha lanciato uno dei più grandi aggiornamenti del proprio algoritmo. Il lavoro è stato enorme e molti amministratori di siti web hanno visto notevoli cambiamenti rispetto all’indicizzazione dei propri contenuti. Google ha comunicato dopo un paio di settimane che l’aggiornamento è stato completato.

Sembra proprio che l’aggiornamento Google del 1° di agosto rispecchi gli obiettivi annunciati da tempo: porre sempre maggiore attenzione alla qualità dei contenuti, al grado di soddisfazione degli utenti (UX) e alla conseguente risoluzione di problemi tecnici, quali per esempio una migliore velocità di navigazione (la page speed di cui il precedentemente aggiornamento ha sancito l’attenzione alla mobilità con il “Google Mobile First”). Se vuoi crederci continua a leggere.

Ce ne parla sul proprio blog un’autorevole fonte: GSQI. Un’azienda americana dedicata a servizi e soluzioni diverse che riguardano l’Internet marketing. Un interessantissimo articolo che ti invito a leggere. Noi di assistenza WordPress riportiamo ai nostri utenti solo parte di queste informazioni ricche e dettagliate, naturalmente con il beneficio del dubbio e la curiosità di scoprire cosa succederà nelle prossime settimane. Per semplicità di comunicazione pubblichiamo quindi solo un “abstract” dell’articolo completo che trovi qui: Analysis and Findings From The August 1, 2018. Buona lettura dallo staff di Gestione WP!


Aggiornamento Google del 1° agosto 2018

Glen Gabe, 9 agosto 2018 –  Ho studiato l’aggiornamento da quando è uscito e in questo articolo analizzerò una serie di argomenti importanti. Cercherò anche di rispondere a molte domande, incluse quelle delle aziende che sono state influenzate negativamente dai vari aggiornamenti di Google in passato. Approfondirò informazioni importanti che riguardano l’aggiornamento.

Aggiornamento Google del 1° agosto 2018

Come sta cambiando Google

Google sta valutando la pertinenza e la qualità a livello di sito. E “qualità” può significare cose diverse. Ad esempio: qualità dei contenuti, esperienza utente (UX), pubblicità, problemi tecnici SEO che causano problemi di autorità e altro ancora. È quindi importante comprendere appieno tutti i problemi che può avere il tuo sito e programmare gli interventi necessari. Ricordati che Google ha dichiarato di voler vedere un miglioramento significativo della qualità nel lungo termine.

Non migliorerai la situazione in poco tempo, né fra una settimana, né fra due. Devi implementare modifiche significative per migliorare il tuo sito assicurandoti che siano effettive anche nel lungo termine. Inutile infatti eseguire delle verifiche solo dopo alcune settimane. Questo poco tempo non potrebbe essere sufficiente.


Le aziende coinvolte dall’aggiornamento

Ho un foglio di calcolo di oltre 210 siti interessati dall’aggiornamento Google del 1 ° agosto e molti non sono solamente siti medici o finanziari. Ad esempio, ci sono siti di intrattenimento, blog, siti di eCommerce. Siti contenenti giochi online e altro. Quindi sì, sembra che Google abbia apportato modifiche che avrebbero avuto un impatto solo sui siti medici o finanziari, ma l’aggiornamento non ha riguardato solo certe specifiche categorie e argomentazioni. E chi fa informazione dovrebbe riflettere.

I siti YMYL sono estremamente importanti per Google. E come tali sono tenuti ad un livello di considerazione più alto, dal momento che possono “avere un impatto sulla felicità futura, sulla salute, sulla stabilità finanziaria o sulla sicurezza degli utenti.” Pertanto, è assolutamente logico che Google cercherà  di migliorare il suo algoritmo di ranking sempre in funzione della EAT (competenza, autorevolezza e fiducia), la reputazione del sito, la reputazione dell’autore, eccetera. Ma ancora una volta, e i miei test accurati lo dimostrano, ci sono stati molti siti non YMYL che ne sono stati interessati.


Aggiornamento Google del 1° agosto 2018: conclusioni

Sono finiti i tempi del copia e incolla, dei siti che si caricano in 10 secondi e di quelli di fake news? Sembra banale pensarlo ma è così. L’algoritmo di Google è sempre più sofisticato e vicino al pensiero umano (A.I.). Al bando quindi lo spam e  pollice verso rispetto ad una qualità migliore. Fatta da una buona comunicazione ma anche da siti WordPress che potranno definirsi professionali anche da un punto di vista tecnico. Assistenza WordPress è a disposizione. Stay tuned, Gestione WP.

Nascondi
Guida WordPress 2019