Vai alla home page

Back end WordPress e REST API in 3 mosse

REST API

Le REST API per WordPress sono in circolazione da un po’ di tempo, ma molti utenti non sanno ancora che WordPress potrebbe essere utilizzato solo come back end, sviluppando il front end con altri strumenti e linguaggi, o piatatforme, proprio grazie alle REST API. In questo articolo vediamo come utilizzare in 3 mosse le REST API per il back end di WordPress .

Voglio spiegarti meglio come utilizzare il back end WordPress con le REST API ed iniziare ad usarlo per una app o un sito web. Ma prima di tutto cerchiamo di capire meglio cosa sono le API per WordPress. In ogni caso, per qualsiasi intervento “custom” sul tuo sito WordPress o sul tuo negozio online realizzato con WooCommerce conta sugli sviluppatori di Gestione WP.


Back end WordPress e REST API

Un API  (Application Programming Interface) è ciò che abilita le connessioni tra vari dispositivi, applicazioni e dati.  Facendo un’analogia, possiamo pensare ad una API come a un cameriere che fa da tramite fra i clienti del ristorante e la cucina. In questo esempio, se sei il cliente (l’applicazione o il database)stai cercando di comunicare con la cucina, e il tuo “pasto” sono i dati.

Il Representational State Transfer (REST) ​​è uno ‘stile architettonico’ o un tipo di API. È progettato per essere leggero e richiede una larghezza di banda minima quando viene utilizzato. Utilizzando una REST API, puoi effettuare quattro tipi di richieste di base:

  • GET (recupera i dati dal dispositivo, dall’applicazione o dal database )
  • POST (aggiunge dati al dispositivo, all’applicazione o al database)
  • PUT (aggiorna i dati già esistenti sul dispositivo, sull’applicazione o sul database)
  • DELETE (rimuove i dati dal dispositivo, dall’applicazione o dal database)

LE REST API utilizzano JavaScript Object Notation (JSON). Quando metti tutto insieme, utilizzi un modo leggero per comunicare le richieste GET, POST, PUT e DELETE tra i siti web di WordPress e altre piattaforme attraverso l’uso di JSON.


Cosa puoi fare con le REST API

Potresti pensare che le REST API di WordPress non ti siano molto utili, in particolare se non sei uno sviluppatore. Tuttavia, ci sono molte cose che l’API può fare anche per gli utenti intermedi di WordPress, come ad esempio:

  • Sincronizzare il contenuto (Consentire a diversi siti WordPress di comunicare tra loro)
  • Condividere contenuti (puoi anche combinare il contenuto di diversi siti web)
  • Impostazione di un foglio Google di dati WordPress (puoi collegare il tuo sito WordPress ad un documento di Google)
  • Creare di app mobili (utile in situazioni come la creazione di una versione dell’app di un negozio WooCommerce)
  • Back end WordPress (personalizzato o un fronte end per app web)

Una rapida ricerca su Google mostrerà numerosi altri modi in cui viene utilizzata la REST API di WordPress. Tuttavia, in questo articolo ci concentreremo sull’utilizzo come back end per un’app o un sito web.


Carica il contenuto in WordPress e verifica la REST API

Il primo passo per utilizzare  il back end WordPress con le REST API è simile alla creazione di un nuovo sito. Avrai bisogno di un’installazione di WordPress caricata con tutto il contenuto che desideri sul tuo sito web o app. Potrebbe essere un’installazione attiva o una nuova che hai impostato per il tuo progetto.

Dovrai anche lavorare sulla creazione di post e pagine, aggiungere file multimediali. È necessario ottenere tutto ciò che si desidera avere sul proprio sito o applicazione in WordPress, poiché questo sarà il luogo in cui si gestiscono i contenuti. Una volta che hai impostato tutto, probabilmente vorrai eseguire un test per vedere come funziona la REST API di WordPress. Fortunatamente, puoi farlo nel tuo browser. Digita semplicemente il tuo dominio seguito da wp-json/wp/v2/posts.

Back end WordPress

Dovresti vedere qualcosa di simile all’immagine sopra, sebbene la quantità di JSON visualizzata sia diversa a seconda di quanto è popolato il sito. Ora hai utilizzato correttamente la REST API di WordPress per restituire i dati per tutti i tuoi post. Il manuale dell’API REST contiene informazioni su come farlo anche per altre informazioni.

  • Imposta un’installazione WordPress per fungere da back end per la tua app o sito web
  • Crea il contenuto che vuoi visualizzare sul frontend del progetto
  • Verifica il JSON all’interno del browser

Imposta la tua app o front end del sito web utilizzando React

Ora che hai sotto controllo gli aspetti “dietro le quinte”, dovrai lavorare sulla parte della tua app o del tuo sito web che gli utenti vedranno effettivamente. Il percorso più efficace è attraverso React.

Per chi non lo sapesse, React è (come recita la tagline nell’immagine sopra) una libreria JavaScript per costruire interfacce utente. Ti consente di creare elementi chiamati “componenti”, che diventano i pezzi che costituiscono il front end della tua app o del tuo sito web. Questo potrebbe includere post, pulsanti, immagini o un numero qualsiasi di altre caratteristiche e funzioni.

React

Ci sono anche molte altre piattaforme che potresti prendere in considerazione per costruire il tuo progetto, quindi guardati intorno prima di impegnarti. I dettagli sull’uso di React (o simili) vanno oltre lo scopo di questo articolo. Tuttavia, una volta stabilito un metodo per creare il front end, valuta la migliore configurazione, in modo da essere pronto a iniziare a costruire componenti.


Collega il back end WordPress al front end

A questo punto, dovresti avere il tuo back end WordPress e il tuo front end React (o altro). Ora, devi solo farli parlare tra loro in modo che i dati di WordPress vengano visualizzati nella tua app o nel tuo sito web. È qui che entra in gioco la REST API di WordPress. Dal momento che hai già testato l’API e hai visto che può restituire i dati per i tuoi post e altri contenuti, sai che è funzionante e pronta per l’uso. Successivamente dovrai creare componenti che utilizzino la REST API per recuperare i post da WordPress e visualizzarli sul front end.

Se hai non una esperienza di programmazione, le cose diventeranno piuttosto complicate. Se speri di avviare rapidamente la tua app o il tuo sito web, probabilmente sarebbe meglio rivolgersi ad uno che possa eseguire tutte le configurazioni. Tuttavia, se sei disposto a dedicare un po ‘di tempo, puoi iniziare a lavorare lentamente sui componenti e imparare mentre li usi.


Conculsioni

C’è una curva di apprendimento alta quando si tratta di utilizzare le REST API di WordPress, specialmente se si ha una conoscenza minima del codice. Lavori che non possono essere affidati ai “cuggini”. Tuttavia, una volta imparata, questa funzione può aiutarti ad espandere le basi per utilizzare WordPress come back end per la tua app o il tuo sito web personalizzato.

  • Carica il contenuto in WordPress e prova le REST API
  • Imposta la tua app o il front end del sito web utilizzando React
  • Collega il tuo back end WordPress al tuo front end React

Gestione WP fa largo uso di REST API quando per esempio dobbiamo collegare una piattaforma esterna ad un sito WordPress. È stato il caso di questo sito web da noi realizzato, dove sistema di prenotazione dei servizi e il pagamento online prenotazioni sono stati completamente riscritti partendo dall’applicazione Bookeo. www.taxiboatvarenna.com. Siamo a disposizione per far fronte alle tue richieste con un nostro sviluppo dedicato. Contattaci per una consulenza, stay tuned, Gestione WP.

Nascondi
Guida WordPress 2019