Vai alla home page

Come indicizzare un sito con i link e WordLift

Come indicizzare un sito 2 960x480 - Come indicizzare un sito con i link e WordLift

Hai pubblicato il tuo sito web o blog e sei online! Ora puoi dedicarti alla SEO. Come indicizzare un sito? Partiamo naturalmente dai contenuti che devono essere unici e originali e vediamo assieme come usare bene WordPress e qualche plugin per essere indicizzati da Google anche grazie ai link.

Tutti si lamentano del web spazzatura e forse hanno ragione. La ricerca organica di Google purtroppo non discrimina molto bene, tra un testo scritto in buon italiano e un testo scritto esclusivamente per la SEO. Chi se ne accorgerà bene saranno invece i tuoi utenti. Se vuoi avere percentuali di rimbalzo basse (evitando l’immediato abbandono della tua pagina web) crea contenuti originali e interessanti per il tuo lettore. Utilizza buone regole di scrittura per il web (trovi qualche esempio in questo articolo: scrivere sul web con qualche regola e buonsenso), pubblica naturalmente un sito web veloce: Pagespeed insight con 2 plugin.


Cerca di scrivere buoni contenuti unici e long form text.


Ogni tuo contenuto (pagina o articolo) dovrebbe avere un minimo di 300 parole fino a circa 1.000 per essere un long form text. Tutto deve fare riferimento ad una o + keyword presenti nel contenuto a cominciare dal suo permalink. In ogni nostro contenuto dobbiamo editare i testi per renderli SEO. Grazie all’applicazione di regole precise e con l’aiuto di un plugin. Tutti conosciamo Yoast – The art & sciencce of web optimization, il plugin nato per aiutarti a costruire la tua SEO. Usiamolo in modo corretto sarà il tuo nuovo “correttore di bozze”. Ricordati però che non sarà certo un plugin a fare la SEO, nonostante sia certamente un valido aiuto aiuto per migliorare la tua presenza online e l’indicizzazione su Google.

Yoast-1yoast-2

L’uso corretto del plugin Yoast in un articolo del blog di Gestione WP.


Come indicizzare un sito: link building e back link

Non esistono solo le azioni che sopra ti ho descritto, ma numerose tecniche e regole da applicare. In questo articolo voglio spiegarti come usare bene i link. Se invece vuoi approfondire un argomento altrettanto fondamentale per la tua visibilità che vere strategie SEO, ho scritto recentemente une vera guida: Off page SEO. Articolo ricco di spunti per spiegarti meglio quanto sia fondamentale per la tua SEO creare ottime azioni di marketing e usare i backlink per fare “rete”.


Come indicizzare un sito con i link

Voglio spiegarti meglio come indicizzare un sito con una buona tecnica SEO: il link building. Vorrei aiutarti nel farti capire che “inondare” il tuo sito o blog di tag e meta tag con le keywords ormai NON serve più a nulla. Al contrario, attiva una buona strategia di “quality link“. Aiuterà molto Google a capire chi sei. Il tuo sito sarà così più autorevole (la tua PA – page authority aumenterà) e certamente dopo un po’ di tempo sarai meglio indicizzato nella SERP di Google. Attenzione però, prima che tu possa iniziare è meglio sapere cosa non fare per come indicizzare un sito al meglio. Con WordPress e non.


Quello da non fare

Negli ultimi tempi ne ho viste e sentite decisamente troppe su questo argomento: siti web ancora collegati a decine e decine di directory. Professionisti e aziende da “due soldi” o meglio, che per due soldi promettono come indicizzare un sito e finire in prima pagina di Google in una settimana. Utenti alle prime armi o “fai da te” che ancora pensano che le strategie più efficaci siano riempire di ridondanti keyword (a volte anche nascoste in bianco su bianco) il proprio sito web. In rete c’è proprio di tutto.

Come indicizzare un sito

“Una buona strategia di link building migliorerà la tua SEO.”


Link di cattiva qualità
  1. Non creare nessun link ad un dominio con bassa PA o con una cattiva reputazione
  2. Cerca di non rimandare nessun link ad una sorgente che non abbia un legame contestuale con il tuo sito web
  3. Troppi link verso lo stesso dominio
  4. Gli “anchor text” per descrivere i tuoi link
  5. Pubblicare link senza altro un contenuto (commenti, social network)
  6. Proporre uno schema di link predefinito

Link di buona qualità

Avere buoni link non è una cosa impossibile, quindi come indicizzare un sito con ottimi link naturali? Preparati a lavorare sodo e ad avere pazienza. Attieniti alle indicazioni di Google piuttosto investire male acquistando qualche mirabolante offerta online che ti propone una strategia di link building a basso costo. Il Duomo di Milano è stato fatto in 200 anni, non in una settimana.

  1. Pubblica “Guest post” su altri blog
  2. Crea ottime infografiche
  3. Attiva una strategia di social marketing efficace
  4. Crea buone partnership
  5. Lavora per creare la tua digital brand identity

Link building efficace

Le strategie per indicizzare un sito con il link building sono cambiate. Se aggiungi un link che non ha un valore proprio e non è ben contestualizzato, c’è una buona probabilità che Google lo interpreti come un cattivo collegamento. Di conseguenza sarai penalizzato. Magari non subito, ma sappi che l’algoritmo si evolve a tal punto da essere ancora più efficace nell’individuare strategie SEO “manipolative”. Che tipo di tecniche SEO stai utilizzando sul come indicizzare un sito e avere più link? 


Il plugin WordLift

I nostri lettori più attenti sanno di cosa ti sto parlando. Si tratta di WordLift, un plugin dallo sviluppo italiano nato per aiutarti a fare SEO. Gestione WP usa WordLift dal settembre del 2017 con ottimi risultati. Ben descritti anche nell’intervista esclusiva realizzata in occasione di un’importante dibattito sulla SEO che si è svolto a Melow Park in California. Andrea Volpini (CEO WordLift) ne è stato il protagonista e si racconta in questa nostra intervista in esclusiva: Parole chiave SEO.


Offerta SEO semantica WordLift + Gestione WP

LEGGI TUTTO


Wordlift si occupa fondamentalmente di creare link e backlink legati ad un tuo dizionario di termini unici. WordLift è stato studiato per contribuire non solo a creare interesse nel lettore. Ma anche ad arricchire di meta dati il tuo contenuto. Facilitando così a Google la comprensione e l’indicizzazione nella SERP.  Siamo orgogliosi di poter offrire a tutti i nostri utenti la nuova esperienza WordLift per la propria SEO. Da oggi puoi approfittare della nostra offerta di prova GRATUITA per 30 giorni del plugin nato per fare SEO semantica WordLift! Stay tuned, Gestione WP.


Richiedi l'analisi gratuita del tuo sito web, blog o eCommerce

ANALISI SITO

Assistenza WordPress | SEO | Siti web