Mostra tutto

Google bot: la frequenza di scansione

Google boot

La legge non ammette ignoranza. Come un’aula di un tribunale, anche il web ha regole precise. Una di queste è dettata dalla frequenza di scansione dei Google bot. La prima causa a determinare un overload di risorse del tuo sito web o blog. Come risolvere il problema ce lo spiegano i nostri partner di SiteGround (uno dei migliori hosting provider sul mercato). E naturalmente noi di Gestione WP. Perché il tuo sito web o blog ha bisogno di assistenza WordPress. E noi tra le altre cose facciamo anche questo.

“Un pesante attacco hacker che utilizza un ransomware (codice malevolo che richiede un riscatto per essere eliminato) sta colpendo società ed enti governativi in diversi Paesi del mondo”. È solo di pochi giorni fa la notizia, apparsa anche sul Sole 24 Ore. Il problema della sicurezza dei nostri siti web è grande e inizia ad essere sentito anche in Italia. Dopo il martedì nero (e prima) vediamo in questo breve articolo quali sono le contromisure del nostro hosting provider. Uno che alla sicurezza e al controllo dei Google bot ci tiene parecchio e che di ciò e assistenza fa il suo cavallo di battaglia.

Diminuire la frequenza di scansione dei bot per non consumare una vasta quantità di risorse dell’host è una delle azioni che il tuo nuovo hosting account esegue. Dopo il lancio del nuovo sistema anti-bot AI, che ha già colpito più di 1 miliardo di bot, facciamo più chiarezza sull’impostazione del ritardo di scansione di Google. Continua a leggere per scoprire che cos’è e perché attivare questa opzione. Perché non applichiamo più un’impostazione di ritardo di scansione predefinita nei nostri server.


Cos’è lo spider di google

Googlebot è un bot usato per la ricerca sul a web. Noto anche come ragno o webcrawler, raccoglie le informazioni sulla pagina utilizzate per fornire risultati al motore di ricerca di Google (SERP). Googlebot raccoglie documenti dal web per costruire l’indice di ricerca di Google. Attraverso la raccolta costante dei documenti, il software rileva nuove pagine e aggiornamenti alle pagine esistenti. Googlebot utilizza un algoritmo molto sofisticato in grado di scansionare tutti i contenuti presenti sui siti web e blog che sono in rete. In questo modo i tuoi contenuti vengono indicizzati.


Google bot: che cosa è il ritardo di scansione?

Per definizione, la velocità di scansione definisce il tempo in cui i bot fanno richieste al tuo sito web. Fondamentalmente, definisce quanto velocemente un bot esegue la scansione del tuo sito. L’impostazione di ritardo di scansione indica ai bot (ad esempio Google, Yahoo, Bing, Yandex, ecc.), di attendere una certa quantità di tempo tra le singole richieste.

Usare l’impostazione del ritardo nella scansione
Se hai molte pagine e molte di esse sono collegate dal tuo indice, un bot che inizia a eseguire la scansione del tuo sito potrebbe generare troppe richieste al tuo sito in in un periodo di tempo molto breve. Questo picco di traffico potrebbe portare ad esaurire le risorse di hosting monitorate su base oraria. In questo modo (se hai tali problemi), è consigliabile impostare il ritardo di scansione a 1-2 secondi. In modo che i bot eseguano la scansione del tuo sito web in maniera più moderata senza causare picchi di carico.

Google bot

“Scegli hosting SiteGround con Gestione WP.”


È importante specificare che i bot di Google non tengono conto dell’impostazione di ritardo per quanto riguarda indicizzazione. Ecco perché non devi preoccuparti che una tale azione possa influenzare la tua SEO e il tuo posizionamento nella SERP Google. Puoi tranquillamente modificare le impostazioni, nel caso in cui ci siano altri bot aggressivi che desideri arrestare. È molto improbabile che si verifichino problemi a causa della scansione di bot di Google. Ma se desideri abbassare frequenza di scansione, puoi farlo accedendo allo strumento di  Google Search Console.


Nessun ritardo di crawl di default sui server SiteGround

Fino a poco tempo fa sui server di SiteGround c’era un’impostazione di ritardo di scansione predefinita applicata universalmente ai server condivisi. Questa impostazione potrebbe essere stata sovrascritta da ogni utente se nel file robot.txt l’utente ha stato impostato un valore personalizzato diverso. SiteGround usava questa nuova direttiva per evitare che i clienti perdano le loro risorse di server a causa dei bot. Tuttavia, i bot moderni dei motori di ricerca sono abbastanza sofisticati per eseguire la scansione senza causare problemi e i blocchi difettosi sono bloccati dal nostro sistema AI. Quindi non c’era semplicemente alcun motivo per mantenere tale impostazione che così è stata rimossa. SiteGround pensa sempre a te.

Assistenza WordPress

“Scegli Gestione WP. Pensiamo noi a tutto.”


Gestione WP provvederà al posto tuo a controllare periodicamente tale scansione e monitorare eventuali picchi di overload delle risorse. Con la nostra assistenza mensile, nata per la gestione del tuo sito web o blog, tutto sarà sempre sotto controllo. Penseremo noi, eventualmente,  a diminuire manualmente la scansione dei Google bot, attraverso la modifica delle impostazioni del tuo account Google Search Console. Contatta Gestione WP Assistenza WordPress e strategie di comunicazione.

Print Friendly, PDF & Email
Marcello Moresco
Marcello Moresco
Marcello Moresco è un Visual Designer - SEO SpecialistMarcello Moresco è specializzato nella realizzazione di nuovi progetti di comunicazione 2.0. Gestisce il gruppo Facebook: Wordpress facile e si occuperà di rinnovare la tua immagine digitale. CEO e project manager di Gestione WP gestisce questo sito web e tutti i servizi assieme agli altri professionisti del team Gestione WP. Contattaci per una consulenza GRATUITA! Risponderemo subito studiando assieme le migliori soluzioni.