Vai alla home page

Guida SEO WordPress di Gestione WP

Dopo il successo della nostra guida WordPress facile 21019, abbiamo pensato che una guida SEO WordPress fosse utile a tutti i nostri utenti per migliorare la propria indicizzazione su Google. Usando il famoso plugin Yoast SEO e imparando a gestire la Google Search Console. Trovi questo bonus nella tua area download disponibile dopo aver acquistato la Guida WordPress 2019!

[rev_slider alias=”Guida WordPress”]

La Guida SEO WordPress è uno strumento di lavoro molto utile a capire meglio come posizionare il tuo sito WordPress, il blog o l’eCommerce sui motori di ricerca e su Google. Dedicata a tutti gli utenti che vogliono posizionare il proprio sito sulla prima pagina di Google. La nostra Guida SEO WordPress è un PDF di facile lettura con tutte le indicazioni chiare e necessarie.


Guida SEO WordPress di Gestione WP

Dopo la pubblicazione della Guida WordPress 2019 che puoi acquistare a soli soli 14,90 Euro da questa pagina dedicata: Guida WordPress PDF, abbiamo pensato di farti un altro regalo. Nella tua area download, infatti, trovi il Bonus: Guida SEO WordPress. Avrai così per le mani 2 strumenti molto utili a migliorare il tuo lavoro. La guida WordPress infatti descrive in 14 capitoli argomenti importantissimi come creare un blog, come creare un sito web, o come fare attenzione alla sicurezza.

La Guida SEO WordPress invece si concentra sulle tecniche di indicizzazione dei tuoi contenuti (on page SEO) per portare gli stessi sulle prime pagine di Google. Tutto grazie ad una buona messa a punta e indicizzazione usando il plugin Yoast SEO e imparando a gestire la Google Search Console (lo strumento di Google nato per la gestione di un sito).

Guida SEO WordPress

GUIDA WP + SEO

Per avere la Guida SEO WordPress basta acquistare la Guida WordPress 2019, cliccando il bottone qui sopra. Avrai così accesso alla tua area download per poter scaricare il bonus. Nell’area download troverai ogni mese un capito aggiuntivo della Guida WordPress per restare sempre aggiornato sulle ultime novità e approfondimenti. Benvenuto in WordPress!


La storia della SEO (Search Engine Optimization)

La prima idea per la creazione di un archivio comune per tutti i dati del mondo, è venuta alla luce nel 1945. A luglio, il dottor Vannevar Bush – allora direttore dell’ormai chiuso ufficio di ricerca scientifica e sviluppo – ha pubblicato un articolo su The Atlantic proponendo una “raccolta di dati e osservazioni sull’estrazione di materiale parallelo dal record esistente e l’inserimento finale di nuovo materiale nel corpo generale del record comune”. In altre parole, crediamo, che ciò si chiamo oggi Google.

“La storia della SEO (Search Engine Optimization) inizia nel 1945.”


Gli anni ’90

Alcuni decenni più tardi, nel 1990, lo studente della McGill University Alan Emtage creò Archie, che secondo alcuni è stato il primo motore di ricerca. Anche se ciò rimane in discussione, secondo le ricerche di Bill Slawski, presidente e fondatore di SEO by the Sea. Tuttavia, Archie era ciò che Slawski chiamava il “miglior modo per trovare informazioni da altri server su Internet in quel momento” ed è in realtà ancora un’operazione (molto primitiva). Il precedente decennio ha visto diversi sviluppi cruciali, con le versioni commerciali dei motori di ricerca che potremmo riconoscere oggi prendendo forma.

  • Febbraio 1993 – Sei studenti Stanford creano Architext, che in seguito diventerà il motore di ricerca Excite.
  • Giugno 1993Matthew Gray debutta con World Wide Web Wanderer, che in seguito divenne noto come Wandex.
  • Ottobre 1993Martijn Koster presenta ALIWEB, che consente ai proprietari di siti di inviare le proprie pagine.
  • Dicembre 1993 – Esistono almeno tre motori di ricerca “alimentati da bot”.
  • 1994 – tutti i motori di ricerca Alta Vista, Infoseek, Lycos e Yahoo sviluppano tecniche di indicizzazione.
  • 1996 – I co-fondatori di Google Larry Page e Sergey Brin iniziano a costruire un motore di ricerca che chiamano BackRub.
  • Aprile 1997 – Viene presentato AskJeeves, che in seguito diventerà Ask.com.
  • Settembre 1997Google.com è registrato come nome di dominio.

Conclusioni

Vale la pena notare che quasi dodici anni dopo, nel giugno 2009, Microsoft ha rilasciato Bing – le sue precedenti edizioni erano anche conosciute come Live Search, Windows Live Search e MSN Search. Ma qui entra in gioco la stesso SEO. Man mano che i motori di ricerca diventavano più tradizionali e ampiamente utilizzati, i proprietari dei siti iniziarono a diventare saggi. Come dice la comunità SEO Moz: “Si è scoperto che adottando alcune semplici azioni, i risultati dei motori di ricerca potevano essere manipolati e i siti web potevano ricavarne un enorme beneficio”. Stay tuned, Gestione WP.

Nascondi
Guida WordPress 2019