Mostra tutto

Installare WordPress: database MySQL

Installare WordPress

Installare WordPress è un’operazione semplice e “one click” se scegliamo un hosting provider con Cpanel o Plesk. Molti utenti però si confrontano ancora con i file via FTP semplicemente perché preferiscono fare un’installazione manuale di WordPress e database. È necessario e curioso però, sapere come funziona il database MySQL  e tenere sempre il database pulito e ottimizzato. In questo articolo cercherò di spigarti meglio e in breve come installare WordPress vuole anche dire: lavorare con il database MySQL.


Nonostante qualche utente riesca a far girare WordPress sotto Windows, è un dato di fatto che il CMS più popolare al mondo digerisca molto meglio Linux (una piattaforma open source). Le offerte standard degli hosting provider più conosciuti infatti e che offrono diverse alternative per quanto riguarda pacchetti “accessori” sono generalmente Linux. Senz’altro tutti mettono a disposizione macchine server Linux e Database MySQL.

Shared host Linux+MySQL SiteGround (partner di Gestione WP): HOSTING

WordPress usa MySQL: un sistema di gestione del database open source. Per archiviare e recuperare le informazioni del tuo sito web. Dal contenuto dei tuoi post e le pagine di commenti, nomi utente e password.  MySQL è la scelta standard per le applicazioni web come  Joomla e Drupal e viene anche usato da aziende di alto profilo come Google, Facebook, Twitter, Flickr e YouTube. In questo articolo voglio darti qualche accenno al funzionamento di MySQL. Senza entrare troppo in dettagli tecnici, oggi voglio consigliarti come ottimizzare al meglio il tuo database WordPress.


Installare WordPress: cos’è MySQL

MySQL è un componente centrale nello stack LAMP dei software applicativi open source che vengono utilizzati per creare siti web. LAMP è il sinonimo di Linux, Apache, MySQL e PHP. WordPress utilizza PHP per memorizzare e recuperare i dati dal database MySQL, utilizzando query SQL all’interno del markup PHP. Se sei un membro di un sito WordPress, SQL viene utilizzato per il login, per recuperare il proprio ID di appartenenza unico. Per verificare di avere un abbonamento attivo, e garantire che i dati corretti del tuo profilo vengano visualizzati nel front-end.

PHP e SQL lavoro con WordPress, che consente di creare contenuti dinamici come ad esempio gli ID e ruoli utente. Questo ti permette di fare cose come nascondere o mostrare i contenuti agli utenti specifici, come amministratori, editori e abbonati.


Tutte le tabelle

Se gestisci un piccolo sito web, non hai bisogno di pasticciare troppo con SQL. In ogni caso queste sono le regole del database MySQL di WordPress. WordPress ha uno schema di database abbastanza semplice e senza troppe complicazioni. Si compone di 11 tabelle. Sono utilizzate dai componenti di base e non possono essere cancellate o rimosse:

wp_commentmeta – Memorizza i metadati di tutti i commenti lasciati sui tuoi post e pagine di WordPress.
wp_comments – Memorizza tutti i commenti pubblicati sul tuo sito, le bozze, i commenti in attesa e i commenti spam.
wp_links – contiene tutte le informazioni inserite nella funzione di gestione dei link di WordPress.
wp_options – memorizza le impostazioni di lettura e di discussione e anche le impostazioni salvate dei plugin.
wp_postsmeta – Questa tabella contiene tutti i metadati associati con i tuoi post e le tur pagine.
wp_posts – Memorizza tutti i tuoi post, così come le pagine e anche gli elementi di navigazione/menu.
wp_terms – Questa tabella contiene le categorie per i posti i collegamenti e le etichette.
wp_term_relationships – Le associazioni di link alle loro rispettive categorie sono contenute in questa tabella.
wp_term_taxonomy – Descrive la tassonomia, come una categoria, un link o i tag per le voci della wp_terms_table.
wp_usermeta – Memorizza i metadati di tutti gli utenti della tabella wp_users.
wp_users – Tutti gli utenti sono memorizzati all’interno. Ricordati che i dati come le password vengono serializzati.

Installare WordPress: database MySQL

Anche plugin e temi usano MySQL

Installare WordPress vuole anche dire aggiungere componenti come temi e plugin. Anch’essi usano il database per memorizzare i dati e quindi usano SQL all’interno del PHP markup per interrogare il contenuto del database e l’uscita dei dati in modo dinamico. Senza il database, il plugin non sarebbe in grado di memorizzare tutti i campi che crea o associare un campo ad un post o ad una query di valori.

I plugin possono utilizzare le tabelle del database di WordPress di default, come wp_posts o wp_postsmeta o creare tabelle personalizzate. Un plugin che crea queste tabelle è WooCommerce. WooCommerce crea otto tabelle personalizzate per memorizzare e recuperare gli ID dei prodotti. Degli articoli di un ordine, le aliquote fiscali e altre informazioni sul prodotto.

Nota: è una buona idea eliminare tabelle personalizzate dal database quando rimuovi un plugin dal tuo sito. Altrimenti tutta la tua installazione accumula una collezione di tabelle non utilizzate nel database. Alcuni plugin hanno un’opzione che elimina tutti i dati associati quando lo si disinstalla. Ricordati che è necessario eliminare solo le tabelle personalizzate quando sei sicuro che non hai intenzione di utilizzare un particolare plug-in di nuovo. Non avrai modo di tornare indietro.


Installare WordPress: tabelle e database

CANCELLARE LE TABELLE: Se hai installato plugin che non cancellano le tabelle personalizzate dopo la loro eliminazione ti consiglio di rimuovere le tabelle create. Esistono plugin come WPDBSpringClean. Anche se in generale, non si dovrebbe usare un plugin per l’eliminazione di tabelle. Naturalmente, come ti ho già detto, prima di eliminare o modificare le tabelle del database assicurati di creare un backup completo.

OTTIMIZZARE IL DATABASE MANUALMENTE: MySQL è dotato di una query OPTIMIZE che “Ri-organizza l’archiviazione fisica dei dati della tabella e dei dati indice associati, per ridurre lo spazio di archiviazione e migliorare l’efficienza di I/O. È possibile eseguire una query OPTIMIZE utilizzando uno strumento di gestione di database, come phpMyAdmin.

OTTIMIZZARE IL DATABASE CON UN PLUGIN: Se preferisci usare un plugin, WP-Optimize è gratuito e molto popolare. Il plugin è attivo su più di 500.000 installazioni di WordPress. Con WP-Optimize è possibile rimuovere le revisioni dei post, i metadati vecchi, messaggi in bozza. Eliminare i commenti cestinati. Puoi anche applicare la query OPTIMIZE nativa senza dover usare uno strumento di gestione di database o una query manuale nello strumento di gestione di database. Troppo facile!


I database sono la spina dorsale del tuo sito web. Avere un sito ottimizzato e fare regolarmente un backup può richiedere tempo. Ma con la giusta conoscenza, gli strumenti e i plug-in, la gestione del database è abbastanza semplice e facile da fare.

Print Friendly, PDF & Email
Marcello Moresco
Marcello Moresco
Marcello Moresco è un Visual Designer - SEO SpecialistMarcello Moresco è specializzato nella realizzazione di nuovi progetti di comunicazione 2.0. Gestisce il gruppo Facebook: Wordpress facile e si occuperà di rinnovare la tua immagine digitale. CEO e project manager di Gestione WP gestisce questo sito web e tutti i servizi assieme agli altri professionisti del team Gestione WP. Contattaci per una consulenza GRATUITA! Risponderemo subito studiando assieme le migliori soluzioni.