Landing pages WordPress

Moleskine
Booking on line
dicembre 19, 2016
Restyling-sito
Restyling del sito: vale la pena?
dicembre 27, 2016
Mostra tutto

Landing pages WordPress

Inbound-marketing

Se ne vedono di ogni tipo e propongono super offerte: sono le landing pages WordPress le regine dell’inbound marketing. Convertire più utenti al sito web e al blog e alle tue offerte, collezionare la mail per proporre poi una newsletter è il tuo obiettivo? Scopriamo assieme come fare marketing utilizzando il CMS più famoso al mondo.

Sia che tu sia un aspirante autore, una mamma appassionata di bambini, un imprenditore che vuole far decollare le sue vendite sul web, tutti desiderano che il proprio sito o blog abbia più visite. L’inbound marketing può esserti di grande aiuto. Tutti ne conoscono il principio e moltissimi pensano ancora che parlare di marketing voglia dire aprire la porta a quello “squallido” venditore che ha un’aspirapolvere in mano.

Con WordPress anche tu e in maniera semplice, a patto di avere una solida strategia e una buona pianificazione delle azioni di marketing, puoi fare inbound marketing. Creare maggiore attenzione dell’utente al tuo prodotto. Lo strumento principe sono le landing pages WordPress. Vediamo in questo articolo anche quali sono i migliori plugin dedicati alla creazione di landing pages efficaci.


Crea dei contenuti originali che portino traffico e tengano
il lettore incollato alle tue pagine. 


Landing pages WordPress e marketing

A differenza dei vecchi metodi pubblicitari dove sparavi nel mucchio, con campagne sui giornali, spot radio televisivi, flussi di messaggi di posta elettronica, l’inbound markeitng porta maggiore attenzione ad un tuo target ben definito. Le strategie di base sono più o meno 5:

  1. Creazione di contenuti e distribuzione. La creazione di contenuti che è destinata a attirare i clienti ideali per risolvere i loro problemi immediati e preoccupazioni.
  2. Il passaparola digitale. L’obiettivo è quello di trasformare ogni utente in un visitatore ricorrente che diventerà lui stesso promotore dei tuoi contenuti e dei tuoi servizi.
  3. Identificazione del bisogno. I tuoi contenuti che scrivi parlano all’utente. Col passare del tempo imparerai sempre più quali siano le sue esigenze specifiche e quindi potrai avere maggiori conoscenze per perfezionare i tuoi contenuti.
  4. Multicanale. L’inbound marketing non è legato ad una piattaforma specifica, si avvicina alle persone su qualunque piattaforma.
  5. Integrazione. La creazione di contenuti e la condivisione dei contenuti attraverso canali diversi.

Inbound marketing: l’dea di base

L’idea di base è quella di creare dei contenuti che soddisfano il bisogno dei tuoi utenti per poi condividerli sulle piattaforme dove trascorrono la maggior parte del loro tempo online. Concentrandoti sul bisogno, diventerai un riferimento per quello che gli utenti vogliono sentirsi dire e che difficilmente ignoreranno. Per fare ciò i principi sono fondamentalmente 4:

  1. Attirare. Pubblicare contenuti che interessano il target specifico del tuo utente ideale. Profilare i tuoi utenti.
  2. Convertire. Raccogliere le loro informazioni di contatto: nome e cognome e indirizzo email
  3. Concludere. Applicare una strategia di inbound marketing convertendo i contatti in clienti effettivi
  4. Stupire. Creare sempre nuova attenzione a nuove offerte e nuovi contenuti.

Contenuti, grafica, page speed, analisi

Evita il copia e incolla, evita di usare Photoshop se non ne sei capace, evita di giocare al picco webmaster se non ne hai le competenze tecniche. Evita di improvvisarti “apprendista stregone”, faresti solo la fine di Topolino nel celebre film della Disney. Utilizza invece una rete di professionisti e investi il tuo tempo nella giusta strategia. Fatti consigliare su quale sia il modo migliore per rendere il tuo progetto un progetto di successo. Gestione WP nasce anche per questo e può proporti assistenza WordPress. Contattaci: [email protected].

Il tuo sito e blog dovrà essere veloce (un sito web più lento di 4 secondi viene abbandonato), avere una grafica accattivante e ottimi contenuti, essere funzionale. Proprio come la tua macchina nuova che esce dai box, pronta per correre veloce sulla rete.


Inbound marketing facile con WordPress:
landing pages WordPress e plugin.

Landing pages WordPress

Come ti può aiutare WordPress

Google ama tutti i siti web che vengono aggiornati su base regolare e WordPress è una scelta eccellente per farlo. Tuttavia, WordPress da solo non è sufficiente per realizzare una vera campagna di inbound marketing. È necessario in questo caso usare una landing page e quando il tuo tema non ha previsto questa funzionalità possiamo usare un comodo plugin. In questa mia selezione ti indico i migliori e più popolari.


Azioni e plugin importanti

CTAs – È inoltre necessario creare accattivanti pulsanti “call-to-action” e includerli nella tua sidebar o caricando un’immagine nl widget  (per chiusa JetPack) o utilizzando Il testo del widget. Ciò consente di inserire testo normale come così come il codice HTML. Se preferisci una soluzione semplice per aggiungere bellissimi pulsanti in qualsiasi parte del sito poi provare il plugin MaxButtons.

ARTICOLI CORRELATI – Uno dei modi migliori per mantenere i visitatori del tuo sito è quello di fornire loro articoli correlati a quello che li ha portati al tuo sito web. Il vantaggio è avere una maggiore presenza degli utenti sul tuo sito, una frequenza di rimbalzo più bassa e più possibilità di coinvolgere il tuo pubblico di destinazione. Puoi provare questo plugin: Contextual Related Posts.

INTEGRAZIONE CON I SOCIAL MEDIA – Nessuna strategia di  inbound marketing sarebbe completa senza l’aiuto dei social. Il contenuto non si deve far solo trovare, ma essere condiviso sui social, in modo che il messaggio possa raggiungere utenti ancora più mirati. le teorie sono 2:

  1. Aggiungere i pulsanti dei social media con un plugin o in codice nel tema
  2. Condividere i tuoi contenuti direttamente dalle pagine social

Io ti consiglio il secondo metodo. In questo modo il tuo sito o blog avrà una migliore Page Speed e la condivisione sociale porterà anche like (nel caso di Facebook) alla tua pagina social. Puoi comunque provare un plugin per la condivisione come Monarch di Elegantthemes.

IMMAGINI – Assicurati che le tue immagini siano ottimizzate e leggere per rendere il tuo sito o blog più veloce. Io utilizzo questo plugin: Short Pixel Pro, il quale ha un algoritmo proprietario davvero ben sviluppato e alleggerirà le tue immagini in modo impensato. Recentemente ho pubblicato un articolo che parla proprio di come ottimizzare le foto per il web: Modificare foto online per avere un sito più veloce.


NON ESISTONO DOMANDE STUPIDE O INUTILI

Le domande hanno solo bisogno
della risposta giusta.

Marcello Moresco
Marcello Moresco
Marcello Moresco è un Art Director - SEO Specialist che negli anni si è specializzato nella realizzazione di progetti web 2.0 e 3.0. Gestisce il gruppo Facebook: Wordpress facile e si occupa di grafica, SEO e ottimizzazione della Page Speed per i propri clienti. CEO e project manager di Gestione WP gestisce il sito, il blog e tutti i servizi assieme agli altri professionisti della squadra. Gestione WP assistenza WordPress e realizzazione siti web è anche su Facebook: Assistenza WordPress.