Mostra tutto

Marketing e comunicazione: le key

Marketing e comunicazione

Non esiste una magia come quella delle parole. Nel marketing e comunicazione sono fondamentali per indicare azioni, strategie e servizi. In questo breve articolo voglio segnalarti in ordine alfabetico le più usate e il loro significato in pubblicità. Agenzie come Gestione WP, dedicate a vere e proprie strategie di comunicazione, le hanno fatte naturalmente proprie.

Chi lavora come noi in marketing e comunicazione deve padroneggiare il linguaggio appropriato. Parole italiane (sono sempre state una nostra tradizione di eccellenza), tipici inglesismi e termini mutuati dalla lingua anglosassone. Per farsi capire dai propri utenti e clienti è fondamentale conoscerne il significato. I servizi partono da qui: Progetto di comunicazione.


ACCOUNT
Figura professionale che, all’interno dell’agenzia, si occupa delle relazioni d’affari con il cliente. Rappresenta il cliente presso l’agenzia per cui lavora, e l’agenzia presso il cliente.


ADVERGAME
Termine derivato dall’unione delle due parole inglesi advertising e game, si riferisce ad un gioco associato alla pubblicità o, meglio ancora, di pubblicità associata ai giochi. Lo scopo dell’advergame è quello di veicolare un messaggio promozionale attraverso il divertimento, rendendo così la pubblicità più “simpatica” agli occhi dei consumatori.


ADVERTISING
Termine generico, di derivazione anglosassone, che identifica la pubblicità effettuata sui grandi mezzi: attività pubblicitaria di massa a carattere informativo e persuasorio.


AFFISSIONE
Mezzo pubblicitario basato sull’esposizione di manifesti di varie dimensioni in luogo pubblico: poster, locandine, cartelli, cartelloni, insegne etc.


AGENZIA DI PUBBLICITÀ
Struttura che provvede a pubblicizzare un prodotto per conto di un utente.


AIDA
Acrostico che raccoglie gli ingredienti di cui si compone un messaggio pubblicitario: fermare l’Attenzione, suscitare l’Interesse, stimolare il desiderio, spingere all’azione.


APPEAL
Capacità di attirare l’attenzione, è ciò che si richiede ad ogni annuncio.


ART DIRECTOR
Persona dell’agenzia pubblicitaria che si occupa di tradurre in immagini i concetti di una campagna. Lavora solitamente in coppia con un copywriter. Deve essere un buon grafico ed avere buone competenze di packaging, nonché muoversi a proprio agio nel mondo della fotografia e dell’audiovisivo.


BANNER
Forma di spazio pubblicitario sul web. Può essere immaginato come l’equivalente di un manifesto tradizionale ed include, generalmente, logo, nome e immagine dell’azienda.


BODYCOPY
La parte testuale del messaggio pubblicitario che sviluppa il concetto comunicativo esposto nel titolo (headline). In genere, nell’annuncio stampa, è posto sotto quest’ultimo.


BRAIN STORMING
Il significato letterale inglese è “tempesta di cervelli”. Indica la riunione dove le diverse funzioni dell’agenzia concorrono per individuare la soluzione migliore ad un problema di comunicazione. Di solito il metodo seguito è quello della libera associazione di pensieri.


BRAND
Termine inglese (come buona parte di tutti i termini pubblicitari) per indicare un marchio, una marca. Il nome, il simbolo o il segno grafico che indica una linea di prodotti.


BRIEF
Il documento che viene redatto dall’account di un’agenzia dopo l’incontro con il cliente. Deve contenere informazioni essenziali per il lavoro dell’agenzia, come le caratteristiche del prodotto da promuovere, gli obiettivi della comunicazione, il target di riferimento, i principali competitor, il plus del prodotto rispetto ad altri. Documento che riassume gli obiettivi e i contenuti di una campagna pubblicitaria.


BRIEFING
Momento culminante dell’avvio di ogni lavoro pubblicitario ovvero passaggio di tutte le informazioni contenute nel brief e delle istruzioni necessarie per l’ideazione di un progetto di comunicazione.


BROCHURE
Termine francese con cui si indica un opuscolo pubblicitario informativo.

Marketing e comunicazione

“Marketing e comunicazione per la tua azienda.”


CARTELLONE
Veicolo di pubblicità esterna sul quale viene riprodotto un annuncio pubblicitario, dal quale deriva il termine cartellonistica.


CATALOGO
Pubblicazione che contiene un elenco dettagliato dei prodotti con la relativa descrizione.


CO-BRANDING
Termine inglese che indica l’uso di due o più marchi al fine di supportare un nuovo prodotto o servizio. Utilizzo congiunto di due o più marchi legati a diverse immagini aziendali o di prodotto.


COMUNICATO STAMPA
Comunicazione scritta relativa a novità, prodotti, manifestazioni di un’azienda, inviata alle agenzie stampa o direttamente ai giornalisti con lo scopo di veicolare un messaggio e offrire una notizia.


COMUNICAZIONE AZIENDALE
È l’insieme di tutti gli strumenti con cui l’azienda si presenta sul mercato. Per esempio: pubblicità, promozione, pubbliche relazioni, packaging, sponsorizzazioni e direct marketing.


CONCEPT
L’idea di base di una campagna pubblicitaria e delle sue componenti.


CONFERENZA STAMPA
Incontro con i mass media in cui uno o più responsabili portano a conoscenza della stampa eventi di cui desiderano la divulgazione. In genere viene consegnata una cartella stampa con la sintesi della notizia corredata da eventuali immagini, monografie, bilanci etc.


CONSUMATORE FINALE
Persona che consuma o utilizza un prodotto o un servizio allo scopo di soddisfare una necessità o un desiderio. È il soggetto principale cui si riferisce l’attività di marketing e comunicazione.


COPYRIGHT
Il copyright (termine di lingua inglese che letteralmente significa “diritto di copia”) è l’insieme delle normative sul diritto d’autore in vigore nel mondo anglosassone e statunitense. È solitamente abbreviato con il simbolo ©.


COPYWRITER
Figura che indica chi si occupa di scrivere i testi dei messaggi pubblicitari collegandole alle immagini scelte dall’art director, l’altra figura creativa dell’Agenzia.


DEPLIANT
Un pieghevole a più pagine, stampato per pubblicizzare un prodotto o un servizio. Sinonimo dell’inglese folder.


DIDASCALIA
Commento ad una foto o ad un’illustrazione per sottolinearne il contenuto.


DIFFUSIONE
Numero di copie in cui viene realmente distribuita una pubblicazione attraverso abbonamenti, vendite e omaggi. Da non confondere con la tiratura, che è il numero di copie stampate e non necessariamente distribuite.


E-COMMERCE
Il commercio elettronico, realizzato tramite Internet.


EDITING
La revisione di un testo da parte del copywriter, la correzione degli errori prima che venga presentato per la stampa.


FEEDBACK
Flusso di informazioni di ritorno, per valutare l’esito di una campagna.


GRAFICO
Figura professionale che si occupa dell’impaginazione coordinando testo ed immagini.


GUERRILLA MARKETING
Consiste in un insieme di tecniche di comunicazione “non convenzionali” volte ad ottenere il massimo della visibilità con il minimo investimento. Il Guerrilla Marketing si basa principalmente su due principi: creatività ed “effetto eco”.


GRANDI MEZZI
In pubblicità: TV, stampa, radio, affissione e cinema.


HEADLINE
Il titolo del messaggio pubblicitario. Di carattere più grande rispetto al resto del testo, è costruito in modo tale da attirare l’attenzione del consumatore. Comunemente anche chiamato slogan.


HOUSE ORGAN
Periodico realizzato e distribuito da un’azienda con finalità principale di valorizzare la propria immagine e di instaurare un rapporto continuativo con i propri clienti e/o dipendenti.

Schermata 2017 06 05 alle 08.56.54 - Marketing e comunicazione: le key

“Immagine coordinata per Bacoshoes by Gestione WP.”


IMMAGINE COORDINATA
È l’immagine che un’azienda trasmette attraverso gli elementi estetici che la caratterizzano: dall’arredamento all’ambiente, dalla grafica all’imballaggio, al design dei prodotti, alle carte da lettere etc.


JINGLE
È la canzonetta pubblicitaria che, attraverso una melodia accattivante, ha lo scopo di far memorizzare il prodotto cui si riferisce. Per annunci radio, spot tv e cinema.


KEYWORD
Parola chiave. Si possono utilizzare le keyword come formula di distribuzione degli annunci pubblicitari, sui motori di ricerca e sui portali.


LABEL
Etichetta.


LAY OUT
Nell’editoria è la struttura grafica.


LOGOTIPO
Composizione grafica sotto forma di lettering, con il quale si rappresenta la denominazione commerciale di un’azienda o di un prodotto. Indica ormai il marchio di un’azienda.


MARCHIO
Simbolo identificativo di imprese e prodotti, in genere abbinato al nome dell’azienda (o del prodotto).


MARKETING
Tecnica di ottimizzazione degli scambi di mercato mediante la creazione, l’individuazione e lo stimolo dei bisogni dei consumatori, associata alla proposta di prodotti o servizi idonei per il soddisfacimento dei bisogni stessi.


MEDIA
Tutti i mezzi di comunicazione che possono essere utilizzati per veicolare il messaggio pubblicitario. Quindi radio, tv, manifesti, stampa. La principale caratteristica da valutare è il linguaggio utilizzato dai media perché in base a questo deve essere costruito l’annuncio.


MEDIA PLANNING
Il processo attraverso il quale si decide quali mezzi possono essere utilizzati per la veicolazione della campagna pubblicitaria. Tutto è subordinato al budget che si ha a disposizione. Successivamente bisogna analizzare chi sono i destinatari della campagna e attraverso quali mezzi è più facile raggiungerli.


MONITORAGGIO
Controllo sistematico e continuo di un processo produttivo o di una campagna pubblicitaria.


NEWSLETTER
Foglio notizie. Bollettino di informazione con periodicità variabile inviato ad uno specifico pubblico.


PACKAGING
La confezione del prodotto. Da una parte deve avere una sua utilità funzionale, dall’altra deve presentare il prodotto in modo da comunicare la sua immagine e renderlo facilmente riconoscibile. La sua importanza è testimoniata dal fatto che oggi ci sono agenzie di design specificatamente adibite a questo compito.


PANEL
Nelle indagini di mercato, il panel è il campione di persone utilizzato per la rilevazione statistica dei comportamenti.


PAY-OFF
È un componente delle parti verbali del messaggio pubblicitario. In particolare è la frase che definisce meglio il titolo, e viene normalmente posizionata sotto il marchio dell’azienda. Viene mantenuta nel tempo rappresentando l’elemento di continuità delle diverse campagne pubblicitarie (ad es. “Dove c’è Barilla c’è casa”).


PLOT
La storia raccontata nello spot.

Assistenza WordPress e strategie di comunicazione

“Una pop-up del nostro sito web Gestione WP.”


POP-UP
Piccola finestra del browser che si apre automaticamente o al click dell’utente su un particolare link. Può essere di diverse dimensioni e se ne può stabilire la frequenza di apertura. Viene spesso usata come forma di pubblicità.


POSIZIONAMENTO (NEI MOTORI DI RICERCA)
Strumento di visibilità del web marketing. È il primo passo che bisogna fare per essere visibili online. Le parole chiave (keyword) vanno studiate prima della realizzazione del sito, in modo tale che ogni singola pagina possa essere ottimizzata per gli argomenti che trattano. È un ottimo strumento per capire chi viene a visitare il sito, che cosa cerca, da dove proviene, al fine di poter intensificare la promozione anche tramite altri strumenti online (e-mail, sms, banner) e offline in quella determinata zona geografica o in un determinato mercato.


POST-TEST
Sondaggio in cui si controlla a posteriori il successo di una campagna pubblicitaria.


PRESS-TOUR
Consiste nella organizzazione di un viaggio al quale vengono invitatati rappresentanti della stampa.


PRIMA ROMANA
O seconda di copertina. Spazio pubblicitario a tariffa maggiorata.


PUBBLICITÀ
Elemento del marketing che comprende ogni forma di comunicazione volta a produrre vantaggi per l’azienda. Oggetto della pubblicità è di solito il prodotto, ma può essere anche il marchio e/o l’azienda stessa.


PUBBLICITÀ DINAMICA
Manifesti e locandine esposti sui mezzi di trasporto pubblico o alle stazioni di fermata.

PUBBLICITÀ REDAZIONALE
Pubblicità sotto forma di notizia o servizio di informazione giornalistica che compare a pagamento su quotidiani e riviste, contraddistinta ed evidenziata da un’opportuna impaginazione e grafica.


PUBBLIREDAZIONALE
Articolo promozionale su aziende, prodotti o servizi di taglio redazionale, redatto dal committente o dall’agenzia di pubblicità e pubblicato da una testata. È a pagamento. Generalmente riporta una nota che ne dichiara il contenuto pubblicitario.


QUARTA DI COPERTINA
Ultima pagina di copertina di un periodico o di un libro. Spazio pubblicitario a tariffa maggiorata.


QUARTINO
Pubblicazione stampata a 4 facciate.


QUESTIONARIO
Modulo contenente una serie di domande scritte che propone una serie di risposte fra le quali l’intervistato deve scegliere. È uno degli strumenti più usati per raccogliere informazioni nel corso di una ricerca di marketing.


REDAZIONALE
Articolo giornalistico che tratta il prodotto come una notizia. Quando esce un nuovo prodotto, l’ufficio stampa dell’azienda manda ad una mailing list di giornalisti notizie riguardanti il prodotto stesso, con la speranza di vederle pubblicate. Lo si vede soprattutto nei periodici specializzati. È un articolo non a pagamento. Si differenzia dall’articolo pubbliredazionale che è invece a pagamento, pur mantenendo l’aspetto del redazionale.


REDEMPTION
Risultato di un’operazione promozionale o di vendita. In termini percentuali è il rapporto tra il numero di risposte ottenute e il numero totale di contatti presi in considerazione per una determinata iniziativa di marketing.


REPARTO CREATIVO
Settore di un’agenzia che ha il compito di ideare la campagna pubblicitaria e di tradurla in immagini e testi.


REPARTO MEDIA
Ufficio interno di un’agenzia di pubblicità che si occupa della pianificazione, della prenotazione e del controllo degli spazi pubblicitari sui vari mezzi.


SCRIPT
È la sceneggiatura di uno spot tv o radio.


SEO
Con il termine ottimizzazione (in inglese Search Engine Optimization, in acronimo SEO) nel linguaggio di internet si intendono tutte quelle attività volte ad ottenere la migliore rilevazione, analisi e lettura del sito web da parte dei motori di ricerca, al fine di migliorare un elevato posizionamento nelle pagine di risposta alle interrogazioni degli utenti del web.


SHOOTING
Indica la realizzazione di scatti fotografici o di un video durante una campagna pubblicitaria.


SLOGAN
Frase stereotipata, breve, emblematica creata per memorizzare il prodotto.


STILL LIFE
Fotografia che ritrae oggetti e prodotti per campagne pubblicitarie.


STORY BOARD
Sequenza di bozzetti e didascalie che riassumono uno spot tv e il relativo testo. Serve per la presentazione al cliente prima dello shooting.


TABLOID
(=tavoletta) Giornale di formato più piccolo di quello tradizionale. La dimensione del tabloid non è fissa.


TARGET
È il gruppo di consumatori verso il quale l’azienda rivolge la propria azione commerciale. L’identificazione del target include informazioni quali età, sesso, cultura, posizione sociale, stile di vita etc.


TEASER
Tipo particolare di campagna pubblicitaria che ha come scopo quello di incuriosire il pubblico o quantomeno di creare un’attesa, per questo non deve svelare il prodotto. È preparatorio verso la campagna vera e propria.

Testimonial - Marketing e comunicazione: le key

“Alcuni testimonial di Gestione WP.”


TESTIMONIAL
È un personaggio famoso che accosta la propria immagine a quella di un prodotto rendendosi, direttamente e non, garante della sua qualità.


TIMONE
Struttura di uno stampato, con l’indicazione dei contenuti pagina per pagina.


TIRATURA
Il numero di copie stampate di un periodico, di un quotidiano, di una pubblicazione pubblicitaria. Da non confondere con la diffusione, che indica il numero di copie effettivamente distribuite.


TOTEM
Grande poster con supporto da pavimento che pubblicizza un marchio, un prodotto o un’iniziativa commerciale.


TRICK
Letteralmente “trucco”, “artificio”. È un gioco di parole, di solito di tono scherzoso, spesso utilizzato nelle headline delle campagne pubblicitarie.


USER
Il consumatore. Questo termine è soprattutto utilizzato nell’ambito delle ricerche di mercato per distinguere chi usa o meno un prodotto.


VISUAL
Parte di un annuncio rappresentata dall’illustrazione o dalla foto.


VISUAL IDENTITY
Insieme di norme che regolano l’utilizzo del marchio e di ogni componente della comunicazione: posizione del marchio e delle scritte, distribuzione degli spazi, utilizzo dei colori etc.


WHO, WHERE, WHEN, WHAT, WHY
Chi, Dove, Quando, Che cosa, Perché. Formula utilizzata per realizzare in modo sintetico ed esauriente un pezzo giornalistico, o per verificare il grado di chiarezza di un documento o di un comunicato stampa.


WITH COMPLIMENT
Foglio che riporta la suddetta frase con il solo il logo o il marchio dell’azienda.

Print Friendly, PDF & Email
Marcello Moresco
Marcello Moresco
Marcello Moresco è un Visual Designer - SEO SpecialistMarcello Moresco è specializzato nella realizzazione di nuovi progetti di comunicazione 2.0. Gestisce il gruppo Facebook: Wordpress facile e si occuperà di rinnovare la tua immagine digitale. CEO e project manager di Gestione WP gestisce questo sito web e tutti i servizi assieme agli altri professionisti del team Gestione WP. Contattaci per una consulenza GRATUITA! Risponderemo subito studiando assieme le migliori soluzioni.