Vai alla home page

Ottimizzare immagini per il web e WordPress

Ottimizzare immagini per il web è necessario per avere la migliore qualità in rapporto alla velocità di navigazione del sito WordPress. Un punto fondamentale per avere anche più visibilità. Vediamo in questo articolo come fare e quali sono formati e gli strumenti giusti per ottenere i migliori risultati.

Per ottimizzare le immagini per il web dobbiamo innanzitutto scegliere il formato del file migliore. Non ne esiste uno unico e, a seconda dell’utilizzo e della sorgente che abbiamo a disposizione, sceglieremo per esempio un file .png o un file .jpeg. Le immagini possono essere diverse e anche all’interno del nostro sito web possono necessitare di requisiti diversi. In questo articolo, ti insegnerò come scegliere il miglior formato di immagine per il tuo sito WordPress.


Ottimizzare immagini per il web e WordPress

Perché è importante scegliere il formato file giusto? Perché sempre più utenti visitano siti Web su dispositivi mobili. E in questo caso, non solo le velocità di connessione sono relativamente più lente rispetto alle reti dedicate, ma non tutti hanno dati illimitati. E poiché Google penalizza le pagine che si caricano troppo lentamente mostrandole più in basso nei risultati di ricerca, il miglioramento dei tempi di caricamento (page speed) è un modo semplice per aumentare il traffico, le vendite e le conversioni dei nostri utenti che si devono trasformare in clienti.

Ottimizzare immagini per il web e WordPress

Quando si sceglie il formato di immagine errato si potrebbe inavvertitamente “servire” un’immagine più grande del necessario. Ulteriori funzionalità del file di immagine (come la trasparenza), i dettagli non necessari e troppi colori aggiungono molto peso in byte alle immagini. A volte questi dati sono necessari, mentre altre volte non lo sono affatto. Ad esempio, se la tua immagine non ha la trasparenza è inutile salvarla in un formato che la supporta. L’obiettivo è sempre lo stesso: ottimizzare immagini per avere una pagina web veloce (2 secondi). Le immagini infatti sono le principali responsabili del peso di una pagina web.


Scelta della dimensione ottimale del file

Una pagina web di dimensione media è attualmente vicina a 2 MB, quindi se desideri rimanere al di sotto di questo limite, per avere un sito relativamente veloce, devi considerare il totale di tutte le risorse sul tuo sito, non solo le immagini. Una grande immagine di uno slider che pesa 1 MB non sarà un grosso problema se è l’unica immagine su in una pagina con del testo. Ma, se stai per visualizzare 10 immagini di grandi dimensioni su una pagina, che sono tutte di 1 MB, allora la pagina diventerà molto lenta a caricare. Puoi scendere a compromessi visualizzando meno immagini o mostrandole tutte a dimensioni inferiori.

  • 1920 pixel di base (per lo slider in home page)
  • Dai 960 pixel ai 1240 pixel di base per le immagini del blog (larghezza della colonna)
  • 720 pixel di base (per le immagini nelle colonne delle pagine con testo)
  • 380 pixel come dimensione ideale per il Mobile (il cellulare)

Come comprimere le immagini: Lossy vs Lossless

Per scegliere il formato immagine ideale, è necessario comprendere la differenza tra compressione con perdita e senza perdita di dati. Idealmente, l’immagine dovrebbe utilizzare entrambi questi processi algoritmici al fine di produrre la dimensione del file più piccola. Ma non tutti i formati supportano entrambi. Con la compressione con perdita (lossy) di dati, alcuni dei tuoi dati andranno perduti per sempre. La compressione lossy rimuove i dati dell’immagine e degrada l’immagine nel processo.

ShortPixel

“Il plugin ShortPixel che tutti dovrebbero avere installato sul sito web.”


Non è così male come sembra, dato che alcuni di questi dettagli aggiuntivi potrebbero non essere nemmeno percepibili dall’occhio umano. La compressione delle immagini senza perdita (loseless) di dati, al contrario, conserva i dati in modo da non perdere nulla. Gli algoritmi lossless mantengono tutti i dati necessari per ricreare esattamente l’immagine originale. Idealmente, la tua immagine passerà attraverso la fase di compressione lossy e quindi una fase lossless dove verrà ottimizzato ciò che rimane.


Formati immagini: Scegliere il formato immagine più adatto.


Immagini e SEO (Search Engine Optimization)

Pochi lo sanno, ma ottimizzare i nomi delle immagini per la ricerca è importante quanto creare i tag giusti nei contenuti. Hai mai provato il piacere di comparire nella ricerca immagini di Google, cercando qualche cosa di specifico che ti riguarda? Pensa che la stessa cosa (per un 15%20 della ricerca potrebbero fare anche i tuoi clienti). È per questo buon uso rinominare tutte le immagini con dei titoli significativi, evitando di lasciare nomi come: logo, DSC, Immagine 1, eccetera.


Cosa utilizza Gestione WP per ottimizzare le immagini di un sito

Su tutti i siti web dei nostri clienti utilizziamo l’algoritmo proprietario ShortPixel, che secondo noi è oggi il miglior modo per alleggerire un’immagine per il web. Abbiamo in merito scritto un articolo molto dettagliato che, se sei arrivato fin qui, sicuramente avrai voglia di leggere: Immagini siti web ottimizzate. Con un ottimo lavoro di editing su Photoshop, l’impostazione della corretta dimensione e la scelta del formato giusto, il peso della tua pagina potrà scendere sotto 1 MB, con ovvi vantaggi per la velocità di navigazione e la soddisfazione dei tuoi utenti. Hai bisogno di una consulenza? Contattaci! Stay tuned, Gestione WP.

Non conosci WordPress? GUIDA 2019
Hello. Add your message here.