Vai alla home page

Primi sui motori di ricerca con WordPress

Indicizzazione SEO 1 960x480 - Primi sui motori di ricerca con WordPress

Essere primi sui motori di ricerca con WordPress è l’obiettivo di chiunque abbia un sito web. Hai creato il tuo sito WordPress o hai pagato un professionista per farlo? In entrambi i casi ora avrai bisogno di essere indicizzato nella SERP di Google. Aumentare le visite al tuo sito web e le conversioni di utenti in nuovi clienti. Gestione WP ti offre la on page SEO, una serie di azioni che ti porteranno presto in prima pagina. Vediamo come. Anche grazie al plugin italiano WordLift.

Primi sui motori di ricerca – Immagina che il tuo sito web o il tuo blog siano tua nuova auto appena acquistata. Bella e ricca di optional, ma senza benzina! Per viaggiare dovrai subito fare il pieno. Oltre alle news e a tutto il marketing che da domani inizierai a costruire attorno alla tua immagine, è necessario indicizzare tutto con un bel pieno di keyword. Keyword strutturate (Long Tail Keywords). Le più cercate su Google. Inserite nelle tue pagine web quali meta dati e markup.


Primi sui motori di ricerca

Il mio consiglio è sempre quello di affidarti a dei professionisti della SEO. Diffida da chi ti propone miracoli entro breve tempo. Ascolta invece chi ti offre un piano di azione a medio termine (3 mesi), per verificare i primi e positivi risultati dell’intervento di ottimizzazione e SEO progettato ad hoc per i tuoi reali bisogni. Avere più consultazioni, più utenti che navighino le pagine del tuo sito o blog è l’obiettivo. Utenti e clienti si trasformeranno in nuovi contatti grazie alla tua visibilità.

Primi sui motori

Long Tail Keyword (parole chiave a coda lunga).”


La on page SEO in pillole

Prima di tutto è necessaria un’analisi del mercato di riferimento e dei tuoi competitor. Evidenziate le parole chiave più efficaci utilizzando gli stessi strumenti di Google e uno dei tool professionali disponibili online (vedi: Come analizzare un sito web), procederemo per punti al vero lavoro di editing dei contenuti e successiva indicizzazione.

  • Analisi del mercato di riferimento
  • Studio della concorrenza
  • Scelta delle keyword (Long Tail keyword)
  • Editing dei contenuti secondo la grammatica SEO
  • Riposizionamento dei contenuti
  • Verifiche e correzioni degli errori su Google
  • Verifiche ed eventuale retargeting

Gestione WP usa tool professionali che, oltre all’esperienza di noi addetti ai lavori, sono in grado di darti dei veri risultati. Il tuo sito WordPress, particolarmente indicato per eseguire azioni di indicizzazione SEO, sarà così “accessoriato” con quegli strumenti indispensabili e di grande aiuto alla SEO. Uno su tutto il plugin Yoast (necessario per tutte le verifiche di editing). Da oggi anche con WordLift, una nuova “esperienza utente” sviluppata da un team tutto italiano.

Se Yoast è uno strumento potente, Wordlift fa ancora di più. I due plugin affiancano il lavoro di SEO e semantica dei contenuti con approcci complementari. Possiamo dire che Yoast è un correttore, WordLift un dizionario. Il primo grazie ad un approccio geniale, quello del semaforo, ti aiuta ad ottimizzare il contenuto da un punto di vista squisitamente “grammaticale” e di sintassi (scrivere un testo SEO è come scrivere in un’altra lingua). Il secondo fa proprio uno dei concetti base del web, il link e l’ipertesto.


Ipertesti ed esperienza utente con WordLift

Installato il plugin, grazie alla tua chiave di accesso che hai creato qui: Prova illimitata e gratuita per 14 giorni, sei pronto ad iniziare la tua esperienza con WordLift. Il sistema installerà un comodo pannello molto sofisticato in alto a destra su ogni pagina o articolo del tuo sito web e inizierà ad analizzare il contenuto. Pensavi di aver trovato tutte le keyword? WordLift ti proporrà una scelta aggiuntiva di termini rilevanti e provvedere ad inserire nel tuo HTML dati di markup specifici, in modo da creare una ridondanza maggiore di informazioni che faranno molto piacere a Google. Ma non solo.

Primi sui motori di ricerca

Il test SEO e marketing eseguito su Gestione WP.”


Ipertesti e articoli correlati

Hai presente gli articoli correlati? Se impostata la funzione Vocabolario e link attivi nelle preferenze del plugin, potrai non solo creare degli ipertesti collegati ad una vera e propria pagina del dizionario. Ma anche inserire all’interno dei tuoi contenuti vere anteprime corredate di un titolo, un’immagine e un testo iniziale. I tuoi link di approfondimento diventeranno così una parte rilevante e importante del tuo contento, con un aspetto grafico di sicuro engagement degli utenti.

WordLift | The Get Started Video-Tutorial

Wordlift è in grado di selezionare testi e immagini da Wikipedia quale fonte preferenziale. Il tuo compito sarà quello di rendere unici questi contenuti, creando così un tuo dizionario personalizzato sempre in continua relazione con nuove pagine e post pubblicati. Dedicato a tutti i blogger, ma anche ai professionisti che producono contenuti editoriali, WordLift è un plugin SEO “must have”. Approfitta dell’offerta WordLift per attivare una chiave di prova gratuita. Tutto lo staff è a tua completa disposizione!


Come indicizzare il sito

Una volta trovate le keyword giuste sarà necessario indicizzare il sito web o blog su Google. Dovrai creare un file robots.tx, una sitemap (la mappa del sito) e inviarla a Google. Apri un account su Google Search Console e invia la mappa. Controlla periodicamente tutti gli errori di indicizzazione. E se Google Search Console ti segnalerà errori 404, correggili con opportuni redirect. Gestione WP offre ai propri clienti una prima consulenza SEO gratuita. Stay tuned, Gestione WP.

Nascondi
Guida WordPress 2019