Vai alla home page

Progetto Gutenberg. Il futuro di WordPress?

Il progetto Gutenberg sembra oggi il futuro di WordPress.  – “Gutenberg è il futuro del contenuto in WordPress” – Dicono gli addetti ai lavori. Fornirà l’eleganza di un media editor avanzato ma con molta più potenza, flessibilità di layout e tipi di contenuto. Tutto in un plugin e nel core di WordPress 5.0.

Al WordCamp US 2016, Matt Mullenweg aveva annunciato che le nuove release di WordPress si sarebbero concentrate su molte funzioni aggiuntive. Avrebbe voluto anche che WordPress fosse più focalizzato sull’esperienza post-scrittura. Ha riconosciuto come l’editing dei contenuti è cambiato e si è evoluto molto durante gli anni, mentre l’editor di WordPress si è modificato relativamente poco.  Non a caso noi, da sempre, usiamo il plugin WP Edit, che migliora notevolmente l’editing dei contenuti, con impostazioni dell’editor di WordPress aggiuntive, personalizzate e avanzate. Senza rallentarne le prestazioni.

Dopo qualche settimana di ritardo dalla data di rilascio ufficiale, giovedì 6 dicembre 2018 alle 19.30 è arrivato WordPress 5.0, descritto subito in questo articolo del blog pubblicato alle 19:36: WordPress 5.0: il nuovo editor è online.


Johannes Gensfleisch della corte di Gutenberg (Magonza, 1390-1403 circa – Magonza, 3 febbraio 1468) è stato un orafo, inventore e tipografo tedesco, ideatore della stampa a caratteri mobili, a cui si deve l’inizio della tecnica della stampa moderna.

Fonte: Wikipedia


Progetto Gutenberg: prime impressioni

In linea generale cose come questa devono essere provate; queste le nostre prime impressioni, nate dalle prime interazioni con WordPress 5.0 e Gutenberg. Se non hai ancora aggiornato WordPress alla versione 5.0, puoi provarlo scaricandolo dal sito web wordpress.org e aggiungendolo come nuovo plugin. Questo è il link ufficiale: Progetto Gutenberg.

Progetto Gutenberg: cosa ci è piaciuto subito

  • Flessibile
  • Intuitivo
  • L’inserimento e la gestione dei media è ben realizzato
  • Sviluppato per la scrittura

Progetto Gutenberg: cosa non ci è piaciuto

  • L’allineamento dei blocchi rende problematica l’esplorazione delle aree di contenuto
  • Avere un’intera sezione per embed ci sembra una cosa “goffa”
  • Speranze/preoccupazioni per il miglioramento

Forse il progetto Gutenberg dovrebbe includere un foglio di stile front-end di base per controllare il layout, in modo che gli autori di temi non debbano fare tutto da zero. Cosa succede quando si dispone di 25 plugin che tutti vogliono caricare 25 “blocchi” personalizzati in quel minuscolo menu a discesa “Inserisci”? Questa funzione sarà migliorata? Il supporto di markdown ha reso TinyMCE un’esperienza di scrittura molto più veloce. Ci aspettiamo che ciò venga implementato anche in Gutenberg.

Upgrade to WordPress 5.0 & Gutenberg Without Breaking Your Content!

“Un sistema nato per semplificare scrittura e gestione dei contenuti.”


Progetto Gutenberg: domande e risposte

Cosa accadrà ai post fatti con i page builder tradizionali?
Poiché i page builder di pagine sono plugin di terze parti, sarebbe meglio contattare direttamente gli sviluppatori per chiedergli se supportano WordPress 5.0. Ecco un paio di esempi: sia Elementor che Beaver Builder hanno aggiunto la piena compatibilità con Gutenberg, se usi uno di questi, qualsiasi cosa tu abbia pubblicato funzionerà allo stesso modo.

Il team di Elementor ha compiuto un ulteriore passo in avanti, aggiungendo i propri Elementor Blocks a Gutenberg. Questo ti permetterà di incorporare i modelli di Elementor all’interno dell’editor di Gutenberg.


Cosa accadrà ai post con campi personalizzati?
I campi personalizzati verranno visualizzati sotto l’editor a blocchi di Gutenberg, esattamente come prima. Ci sono alcuni plugin come ACF che si stanno aggiornando per aggiungere un migliore supporto ai campi personalizzati nei blocchi, o cambiare l’interfaccia in modo che vengano visualizzati nella barra laterale. Ma se stai usando campi personalizzati definiti da PHP, funzioneranno esattamente come fanno ora, nell’editor corrente.


Gli utenti vedranno qualche differenza?
No! Tutti i cambiamenti stanno avvenendo nel backend (la dashboard di WordPress). L’unica cosa che i tuoi utenti vedranno è un contenuto meglio impostato e con un’esperienza utente (UX) diversa e “avanzata”.

Ci sono già dei temi compatibili con Gutenberg?
Sì! Un sacco di temi hanno recentemente annunciato la compatibilità con Gutenberg. Per il tuo tema specifico, dovresti contattare lo sviluppatore che l’ha creato per vedere se hanno intenzione di supportare Gutenberg. Se si hai un tema personalizzato e sviluppato “custom”, è necessario informarsi sul costo dell’aggiornamento.


Come posso verificare se i plugin che uso sono compatibili con Gutenberg?
Proprio come per i page builder, dovresti controllare se gli sviluppatori dei plugin hanno rilasciato una documentazione relativa ad un aggiornamento o sul supporto a Gutenberg. Se non l’hanno fatto, contattali.


Editing di facile gestione

Inoltre, gli autori di plugin e temi saranno in grado di aggiungere blocchi di contenuti personalizzati. Gli stessi creeranno un’esperienza utente molto migliore rispetto ai codici attuali. Infine, pensiamo che Gutenberg sia un altro passo avanti verso una gestione semplificata di WordPress da parte degli amministratori. Immagina di accedere al tuo sito e di essere indirizzato alla tua home page, per poi cliccare su un’icona “modifica” per iniziare a digitare direttamente nella pagina. Non sarebbe fantastico?


Progetto Gutenberg: conclusioni

Mentre lo sviluppo di un sistema di “Front End Editor” sta sta stagnando da anni, pensiamo che Gutenberg e WordPress 5.0 si stiano muovendo nella direzione giusta e gli utenti di WordPress li apprezzeranno presto. Ti ricordo che Gestione WP offre assistenza WordPress su tutte le installazioni e la gestione del tuo blog e sito web. Contattaci! Stay tuned, Gestione WP.

Nascondi
Guida WordPress 2019