Vai alla home page

RankBrain di Google e SEO WordPress

RankBrain 960x480 - RankBrain di Google e SEO WordPress

La SEO WordPress è in stretta relazione con RankBrain Google. Spesso parliamo di posizionamento SEO suo motori di ricerca ma, in realtà, quello che più ci interessa è scalare la SERP di Google. Per questo motivo analizziamo il RankBrain del colosso di Mountain View.

Il concetto di RankBrain appassiona gli addetti ai lavori. Un’esempio è il blog di Elegantthemes da quale abbiamo tratto questo articolo di approfondimento sul RankBrain di Google. “La formula segreta della Coca Cola, la panatura del pollo fritto e l’algoritmo di ricerca di Google. Questi tre dei segreti hanno tutti una cosa in comune. Sappiamo quali sono alcuni dei loro ingredienti, ma nessuno è in grado di replicare la “ricetta” esatta. Nel caso della SEO WordPress possiamo ottimizzare il nostro sito ma senza conoscere esattamente quale sia la formula segreta per poter battere Google. Capire i concetti di RankBrain è importante”.


RankBrain di Google e SEO WordPress

Uno degli elementi che caratterizzano l’algoritmo di ricerca di Google è chiamato RankBrain. Una vera e propria “Intelligenza Artificiale (A.I.), che consente a Google di fornire risultati più accurati. In questo articolo, parleremo meglio di RankBrain e di cosa sappiamo su come funziona e su come influenza la SEO (Search Engine Optimization).

SEO WordPress e RankBrain di Google

Che cos’è il Google RankBrain

Il Google RankBrain è un sistema di apprendimento automatico progettato per aiutare il motore di ricerca a fornire risultati più pertinenti. Il Google RankBrain è solo uno dei tanti “ingranaggi” che compongono l’algoritmo di ricerca di Google. Secondo Google, è il terzo criterio più importante per determinare i risultati di ricerca. Dopo la qualità dei tuoi link e contenuti.

Quando qualcuno inserisce una query complessa in Google, il RankBrain prova a fare una “supposizione” su cosa potrebbe significare. L’algoritmo cercherà i risultati più pertinenti per te e userà quei dati per perfezionare ulteriori ricerche. Prima del RankBrain, Google doveva migliorare manualmente il suo algoritmo. Ciò significava dedicare una massiccia quantità di risorse umane all’ordinamento dei dati per fornire agli utenti risultati migliori. Grazie all’apprendimento automatico, l’algoritmo può imparare a fare previsioni migliori, migliorando così nel tempo.


Cosa sappiamo sul funzionamento del Google RankBrain

computer non riescono a capire come noi il vero significato delle parole. Devono utilizzare un approccio diverso per comprendere i concetti correlati. Immagina di chiedere a Google cosa sia WordPress. È una domanda semplice. Otterrai quindi molte informazioni. Se invece si utilizzano query di ricerca più difficili da interpretare, le cose diventano un po’ più complicate. Ma il Google RankBrain può trasformare le parole chiave in “concetti” formando relazioni tra parole che condividono significati simili.


In che modo il Google RankBrain influisce sulla tua SEO

L’algoritmo di Google RankBrain continua a migliorare e cambiare, possiamo essere certi che avrà un impatto significativo sul modo in cui affrontiamo la SEO. Le parole chiave long-tail ti offrono un ottimo modo per ottimizzare i tuoi contenuti per le query in cui la concorrenza non è così alta. Tuttavia potrebbe non essere più necessario ottimizzare per parole chiave long-tail.

Immagina di voler scrivere un articolo per indirizzare la parola chiave “Miglior programma di perdita di peso per risultati rapidi”. Queste parole chiave sono difficili da incorporare nei tuoi contenuti. Tuttavia, potrebbero probabilmente ottenere risultati eccellenti dal punto di vista del traffico. Utilizzando il concetto di RankBrain, il motore di ricerca dovrebbe essere in grado di comprendere il tuo articolo anche se è rilevante per “perdita di peso veloce”, “tendenza alla perdita di peso” o anche “dimagrire rapidamente”.

Ciò significa che probabilmente non avrai bisogno di fare il massimo sforzo per ottimizzare le parole chiave long-tail, dato che Google potrebbe essere in grado di capire quando i tuoi contenuti sono rilevanti a prescindere. Non stiamo dicendo che dovresti eliminare le parole chiave long-tail. Il nostro punto di vista è che man mano che il RankBrain evolve, sarà probabilmente in grado di comprendere meglio il contesto e la pertinenza, senza la necessità di parole chiave esatte per avere un risultato .

Poiché le parole chiave più brevi sono più popolari, è ovvio che Google abbia più set di dati per confrontarle. Ciò significa che il Google RankBrain dovrebbe essere in grado di collegarli più facilmente. Pertanto, i tuoi contenuti potrebbero essere classificati come parole chiave per le quali non hai nemmeno scelto il targeting.


SEO WordPress e RankBrain: conclusioni

Il Google RankBrain è uno degli elementi dell’algoritmo di ricerca. Importante quanto i link e il contenuto. Pertanto, vale la pena analizzare i modi in cui il RankBrain modifica l’algoritmo di Google per vedere come può influenzare la tua SEO. Google utilizza principalmente l’algoritmo quando si tratta di query di ricerca complesse, come le parole chiave long-tail. Se fai a Google una domanda complicata, il RankBrain contribuisce a determinare quali risultati ti mostrerà. Quello che devi fare è fornire al motore di ricerca il maggior contesto possibile per aiutare Google nel decidere quanto i tuoi contenuti sono rilevanti.

Nascondi
Guida WordPress 2019