Vai alla home page

Ricerca vocale Google con WordPress

Ricerca vocale google 960x480 - Ricerca vocale Google con WordPress

La ricerca vocale Google potrebbe sicuramente essere la prossima frontiera della SEO. Se il tuo sito WordPress è bene indicizzato probabilmente stai già usando i dati strutturati per migliorare le query di ricerca. La stessa cosa potrai fare usando i markup in funzione della ricerca vocale.

Il motivo principale per iniziare a pensare alla ricerca vocale è il largo uso del cellulare fatto dagli utenti per navigare i siti web, i blog e gli eCommerce. Più utenti navigano dal mobile, infatti, e più i siti dovranno essere ottimizzati per questa ulteriore esperienza utente. Secondo Google le query usate con la ricerca vocale sono 30 volte superiori a quelle semplicemente digitate. I dispositivi mobili renderanno semplice la comunicazione vocale con il web e gli algoritmi dei motori di ricerca si dovranno adeguare.


Ricerca vocale Google e markup

Con l’introduzione di Google Duplex, Google sta facendo passi da gigante nell’ottimizzazione della ricerca vocale. La tecnologia diventerà più “intelligente” (A.I.) e in grado di elaborare molte più query vocali naturali. La stessa cosa farà l’algoritmo di ricerca. Ma non sono solo i motori di ricerca gli unici a lavorare per capire meglio come possono avvenire conversazioni naturali tra gli utenti e il web. Altri sviluppatori stanno facendo lo stesso, grazie a tecnologie come Amazon Polly. Con soluzioni text-to-speech, potremo trasformare qualsiasi app o sito web WordPress in una piattaforma abilitata alla voce.

Ricerca vocale google

Le strategie SEO ne dovranno tenere conto

L’unico problema è che non sarà così “semplice” ottimizzare il tuo sito WordPress con parole chiave long tail in linguaggio naturale. Avrai certamente bisogno dell’aiuto dei dati strutturati. Tali dati forniscono specifiche più chiare rispetto al contenuto e ai metadati. Indicazioni attraverso le quali gli utenti richiedono effettivamente la ricerca. Inoltre, se Google può fornire tali dettagli all’utente senza costringerli a fare click, immagina quanto sarebbe più efficace la ricerca per tutti gli utenti.

Voice Search plugin
Un esempio di sviluppo in funzione della ricerca vocale.


Schema.org è il risultato della collaborazione tra Google, Bing, Yandex e Yahoo, per aiutarti a fornire le informazioni necessarie ai motori di ricerca per comprendere i tuoi contenuti e fornire i migliori risultati di ricerca possibili in questo momento. L’aggiunta del markup dello schema al tuo HTML migliora il modo in cui la tua pagina viene visualizzata in SERP, migliorando i rich snippet (esistono plugin WordPress specifici) che vengono visualizzati sotto il titolo della pagina.


Utilizzo di dati strutturati per risultati vocali migliorati

Pensa ai motivi per i quali qualcuno potrebbe voler avviare una ricerca vocale. Forse l’utente ha le mani occupate mentre sta cucinando. Forse è movimento e vuole una risposta rapida. O forse vuole una risposta ad una domanda mentre sta lavorando su qualcos’altro. Inoltre non si tratta solo di fare in modo che Google offra i risultati giusti agli utenti che usano la ricerca vocale. In alcuni casi, vorrai che Google stesso e i dispositivi attivati dalla voce forniscano una risposta vocale a quegli utenti.

OFFERTA SEO

Nel mio prossimo approfondimento cercherò di spiegarti meglio come utilizzare i dati strutturati sul tuo sito wordPress, in funzione  della ricerca vocale Google. La nostra esperienza di SEO specialist continua e si aggiorna. Passando dalla SEO semantica, grazie anche all’uso del plugin WordLift (con la quale azienda sviluppatrice siamo affiliati e partner), fino alla ricerca vocale Google e il suo utilizzo sui nostri siti WordPress. Consulenza GRATUITA? Contattaci. Stay tuned, Gestione WP.

Nascondi
Guida WordPress 2019