Vai alla home page

Ridimensionare foto online con un plugin

Ridimensionare foto online 2 960x480 - Ridimensionare foto online con un plugin

Se stai cercando un tool per ridimensionare foto online prima di pubblicarle sul tuo sito WordPress continua a leggere questo articolo perché prima di pubblicare qualsiasi immagine sul web è bene conoscere quali sono i formati giusti. Le tecniche per ridimensionare le foto partendo dall’originale. L’uso del plugin adeguato più efficace. Voglio spiegarti anche come funzionano le diverse risoluzioni in pixel su un blog o un sito WordPress responsive e 2.0. Per oggi può bastare? Buona lettura! Naturalmente assistenza WordPress di Gestione WP è a tua completa disposizione.

Per creare un sito web professionale occorre fare molta attenzione ai formati delle tue immagini. Ridimensionare foto online aumenta la qualità del tuo lavoro e rende il tuo sito web molto più veloce. Sappiamo benissimo quanto sia importante che la navigazione delle pagine sia inferiore ai 3 secondi (page speed). Le immagini di un sito sono la principale fonte di rallentamento e una buona ottimizzazione è indispensabile. WordPress genera 12 anteprime per ciascuna delle tue immagini e perché tutto funzioni alla grande devi innanzitutto sapere in quali formati e dimensioni puoi inserire le tue immagini.

Test page speed

“Test della page speed sul sito Gestione WP.”


Ottimizzazione page speed

Una buona ottimizzazione porterà il tuo sito web in Classe “A”. Considera che è fondamentale che i dati della tua pagina siano letti dal browser nel minor tempo possibile (TTFB – Time to First Byte). In questo modo il tuo sito sarà molto meglio indicizzato nella SERP di Google e con le giuste keyword raggiungerà sicuramente le prime pagine di tutti i motori di ricerca. In questo articolo voglio spiegarti meglio quali sono tutti i formati delle immagini per il web e come ridimensionare foto online per avere un’ottimo risultato. Partiamo dai singoli formati per capire bene come lavorare in modo professionale.


Ridimensionare foto online

Se i programmi cambiano, o si aggiornano frequentemente come il nostro WordPress i principali formati grafici per le immagini sono 3 e sono ancora da anni lo standard. Gif, JPG, PNG, ognuno con le sue caratteristiche e differenze precise.


1) File JPG

Il JPG è un formato immagine con una grande compressione dei dati. È molto utile se vogliamo inviare immagini per mail, dal cellulare e naturalmente divulgare in WordPress un originale di grandi dimensioni. Questo succede per esempio quando scattiamo foto con la nostra macchina fotografica digitale, ma anche con uno Smartphone evoluto.

Gli effetti di questa compressione sono invisibili quando guardiamo l’immagine nelle sue dimensioni reali. Non è più così quando ingrandiamo l’immagine. Ad ogni click della nostra lente di ingrandimento noteremo infatti i pixel che compongono l’immagine. Maggiormente visibili quanto più ingrandiremo il soggetto. La compressione JPG va usata per le fotografie.


2) File Gif

A differenza dei file PNG e JPG, il GIF forza tutti i colori in una tavolozza di 256 colori. Tuttavia, queste limitazioni di colore portano spesso problemi. Di solito appaiono come macchie bianche o macchie di colore, dove le immagini SONO più complesse. Tutti i colori al di fuori dei 256 nella palette Web standard vengono modificati in qualsiasi colore si avvicini di più a quello di partenza. La compressione Gif va usata per immagini al tratto come i disegni con tinte piatte.


3) File PNG

Il PNG è un formato senza perdita di qualità, il che significa che la compressione non influisce sulla qualità dell’immagine. A differenza dei JPG, che creano manufatti e immagini che ad un certo punto “sfuocano”. Purtroppo, i file PNG tendono anche ad essere un po’ più grandi e pesanti dei file JPG, soprattutto se si tratta di immagini ad alta risoluzione. Questo potrebbe renderne difficile condividere sul Web. Usa il formato PNG quando vuoi la massima qualità o la trasparenza.

Ridimensionare foto online con WordPress

“Un’mmagine “a caso” ridimensionata e ottimizzata.”


Immagini in trasparenza

• GIF – Il Gif può essere trasparente  Anche se con alcune limitazioni. L’aggiunta di trasparenza rimuove un colore da una tavolozza già limitata. I pixel sono o trasparenti o opachi, senza via di mezzo. Inoltre, i bordi arrotondati saranno caratterizzati da un supporto bianco invece di essere direttamente ritagliati sullo sfondo. In contrasto con i bordi ben definiti del PNG.

• Il formato PNG crea la trasparenza in 2 modi. Il primo è lo stesso usato dal Gif. Uno dei vantaggi di avere una trasparenza monocolore con il formato PNG è che non rimuove un colore dalla tavolozza disponibile. Tuttavia, il canale alfa è un metodo molto più agevole, in quanto è di gran lunga il migliore. Permette di selezionare diversi livelli di trasparenza in regioni specifiche. Le aree trasparenti del PNG si fondono regolando naturalmente a tutto ciò che è dietro l’immagine quando lo sfondo della pagina non è un colore bianco o nero solido. Tutti i bordi bianchi svaniscono.

• Il formato Jpeg non supporta la trasparenza.


Animazioni

• JPG  Anche se i JPG non supportano l’animazione (Motion JPEG). Questo formato non è molto utilizzato. Viene usato per memorizzare e trasferire video su piccoli dispositivi, di fascia bassa come fotocamere digitali e giochi elettronici.

• PNG  C’è stato un tentativo di creare un protocollo per i file PNG animati, ma non ha preso “piede”. Il formato ha alcuni impieghi specifici, come l’imaging medico e le opere geografiche, ma non è ampiamente utilizzato su Internet.

•  GIF – Quasi tutte le immagini animate che trovi sul Web sono GIF. Perché sono usati: le dimensione del file efficiente e il semplice processo di creazione. Inoltre, una serie di funzioni built-in del formato consentono il controllo preciso su comportamenti di animazione specifici. Tra cui la velocità di animazione e il numero/frequenza delle ripetizioni delle animazioni stesse.

Ridimensionare foto online con Short Pixel

“Short Pixel: algoritmo proprietario.”


Ridimensionare foto online con Ph e Short Pixel PRO

Un PowerBook PRO se lo può comperare anche mio figlio al supermercato con la paghetta settimanale di un anno messa da parte. Ma usare bene Photoshop per ridimensionare foto online non è da tutti. Noi di Gestione WP, il primo servizio di assistenza WordPress e realizzazione siti web, usiamo Photoshop da anni. Consigliamo sempre l’intervento di un professionista. In ogni caso e per tua migliore conoscenza ho recentemente pubblicato questo articolo: Modificare foto online.

Nota bene: ricordati dove intendi pubblicare le tue immagini. Se stai creando uno slider a tutto schermo, per ridimensionare foto online ti consiglio una base di 1920 pixel. Se stai pubblicando sul blog ti consiglio una base di 960 pixel e più piccola di 740 pixel. Per altre parti del sito puoi usare una base di 1240 pixel.


Per quanto riguarda l’uso di plugin premium per ridimensionare foto online, testiamo da con successo da 2 anni questo plugin: Short Pixel Pro azienda della quale Gestione WP è partner di successo. L’argoritmo proprietario di Short Pixel PRO e davvero efficace. L’opzione più conveniente per usare Short Pixel PRO è quella di effettuare una “ricarica”. Con meno di 10 dollari, infatti, acquisterai la possibilità di ottimizzare fino a 12.000 immagini. Tieni presente che ogni immagine che pubblichi su WordPress genera, a causa della responsività ben 8 anteprime diverse.


Grafici, web designer e webmaster siete avvisati. la metà dei siti web italiani realizzati con WordPress non è ottimizzata. Con il risultato di una navigazione lenta, ma soprattutto una scarsa indicizzazione su Google. Aziende e professionisti siete avvisati: Gestione WP è a disposizione e la nostra prima consulenza è gratuita. Stay tuned, Gestione WP.


Richiedi l'analisi gratuita del tuo sito web, blog o eCommerce

ANALISI SITO

Assistenza WordPress | SEO | Siti web