Servizio hosting: l’Italia arriva?

Instagram
Aggiornamento Instagram dal 1 giugno
maggio 19, 2016
SEO-check-prima-di-partire!
SEO check prima di partire!
maggio 26, 2016
Mostra tutto

Servizio hosting: l’Italia arriva?

Servizio-hosting

La concorrenza è davvero spietata! Il servizio hosting di provider internazionali ha da tempo invaso anche il nostro mercato. Sembra però che sia coscienza comune dei provider italiani capire che qualità, assistenza e servizi facciano la differenza e l’Italia ora non sta a guardare.

Se faccio un sito web mi occorre un server (quello giusto) gestito da un hosting provider. Questo è chiaro. Il mercato italiano e internazionale da sempre combatte una guerra di prezzi e qualità dei servizi. Se il costo di un piano base per uno shared host è più o meno allineato tra tutti i competitors: 3,95 Euro o dollari + IVA, altrettanto non si può dire per i servizi offerti. La differenza, quella vera, sta nell’assistenza. Nell’attenzione alla sicurezza, nella possibilità di avere backup anche incrementali e quotidiani.

Siteground, il celebre hosting provider (del quale e con orgoglio Gestione WP è partner, vedi la nostra pagina dedicata: hosting provider top), ha fatto un po’ da apripista con il suo servizio hosting top. Propone addirittura un servizio di assistenza 24/7 e 365 con un numero nazionale a Roma. Altre offerte però non mancano: GoDaddyDreamhostHostgatorOVH, solo per citarne alcuni. L’Italia fino a ieri è stata un po’ a guaradare. Hosting provider come Register e Aruba (i più popolari) hanno certamente subito la concorrenza, in particolare propri sui servizi aggiunti che oggi sono un must.

Servizio hosting

Se però oggi guardi le pagine web dei nostri provider italiani scoprirai che sempre i più popolari hanno deciso anche loro di darsi una mossa (era ora). Complice anche la maggior consapevolezza dell’utente finale e, naturalmente complice WordPress. Quali e quanto affidabili siano questi nuovi servizi lo lascio giudicare alla tua “esperienza utente”. Io mi limito a evidenziare queste buone azioni come un segnale positivo, riproponendoti qualche consiglio in merito alla scelta del server. Una casa si costruisce partendo dalle fondamenta.


Servizio hosting e server: quale?

  • Hosting condiviso. Quando una società di hosting imposta un server e aggiunge un account per ciascuno dei suoi clienti si parla di shared host. Tutti i clienti vengono gestiti sulla stessa “macchina”. Ogni cliente deve condividere lo spazio e le risorse del server insieme agli altri.
  • Virtual Private Server (VPS). Simile all’hosting condiviso, con un server VPS non ci sono così tanti utenti così come su uno shared host. Lo spazio a disposizione è maggiore. Il server è più veloce.
  • Server dedicato. Quando scegli un server dedicato, stai affittando un intero server per te. Non stai condividendo nulla con nessuno e hai il pieno controllo sul server di tutte le risorse.
  • Soluzioni Cloud e CDN. Il contenuto viene memorizzato anche in modo ridondante. Questo significa che se improvvisamente hai bisogno di più risorse, il sito può essere migrato automaticamente. In modo da assegnare le risorse le necessarie al tuo sito. Scalabile e flessibile.


NON ESISTONO DOMANDE STUPIDE O INUTILI

Le domande hanno solo bisogno
della risposta giusta.

Marcello Moresco
Marcello Moresco
Marcello Moresco è un Art Director - SEO Specialist che negli anni si è specializzato nella realizzazione di progetti web 2.0 e 3.0. Gestisce il gruppo Facebook: Wordpress facile e si occupa di grafica, SEO e ottimizzazione della Page Speed per i propri clienti. CEO e project manager di Gestione WP gestisce il sito, il blog e tutti i servizi assieme agli altri professionisti della squadra. Gestione WP assistenza WordPress e realizzazione siti web è anche su Facebook: Assistenza WordPress.