Vai alla home page

SiteGround Italia chiude il data center a Milano

SiteGround Italia chiude il proprio Data Center a Milano. Ancora una volta una notizia in anteprima che abbiamo il piacere di raccontare, per quanto noi stessi ancora poco ne sappiamo, ma che ci lascia un po’ perplessi. Quali sono le vere motivazioni di questa scelta? Lo staff internazionale si giustifica rispondendo che la causa sia il recente decreto sulla normativa europea GDPR. Noi pensiamo possa essere altro e tu cosa ne pensi?

Per chi ancora non lo sapesse, SiteGround Italia (hosting provider internazionale con sede a Sofia, in Bulgaria) ha visto la luce ad inizio del 2017, quando è stato creato il data center a Milano e contemporaneamente un nuovo sito web che, a poco a poco, è stato tradotto e migliorato dall’inglese (il sito ufficiale) all’italiano. Ma chi è SiteGround? Se non conosci ancora questa azienda, stiamo parlando di uno dei migliori hosting provider per WordPress in circolazione.


SiteGround Italia chiude il data center a Milano

Fino al 2016 quindi (e per noi da sempre e tutt’ora) i servizi di SiteGround erano e rimangono principalmente in inglese avendo un account con piano GoGeek sul sito .com. L’azienda ha sede in Bulgaria, dove a Sofia vi lavorano oltre 500 persone. Sempre dedicate ad assistere i propri clienti 24/7 per 365 giorni l’anno. Forse aprire un data center a Milano era un progetto troppo ambizioso? Alla luce dei fatti e di ciò che ci è stato riferito, abbiamo cercato di trarre qualche conclusione che non fosse molto lontana da vero, per poi ricevere con piacere una risposta ufficiale dal responsabile italiano dell’azienda internazionale.

SiteGround Italia chiude il data center a Milano

“Dopo la Apple, al di là della fontana SiteGround.”


In Italia è difficile fare impresa

In tempi in cui in Italia le aziende chiudono, o delocalizzano all’estero, con SiteGround abbiamo assistito ad un processo inverso. L’azienda ha invertito le parti. È arrivata dall’Est europeo in Italia, per dimostrare un po’ a tutti gli addetti ai lavori come si lavora e  il successo è stato immediato. I servizi migliorano quando c’è una buona competizione tra le parti e SiteGround non è certo un attore comprimario ma un protagonista. Se l’auto se la possono comperare tutti (un server), avere una buona squadra di meccanici non è semplice da creare. Ma SiteGround fa del servizio e dell’attenzione al cliente uno dei sui punti di forza. E ciò ha naturalmente cercato di fare anche in Italia, creando un management e un’assistenza che fosse all’altezza.

Normativa GDPR

I benefit proposti agli italiani, un mercato difficile

Il cliente italiano spesso e volentieri guarda solo all’offerta più bassa. Molte aziende o professionisti sono online senza nemmeno un backup. SiteGround ha contribuito e contribuisce come altri competitor a fare dell’hosting una “cultura”. In particolar modo di questi tempi, quando una 1ª tecnologia come WordPress è entrata prepotentemente in tutte le case degli italiani.

  • Assistenza 24/7 
  • Evasione di un ticket tecnico (entro 15 minuti)
  • Backup incrementale (con semplicissimo restore immediato)
  • DNS Cloudfare (integrato in tuti i piani di shared host)
  • Cache proprietaria con un plugin (dynamic cache integrata)
  • Ultima versione di PHP (siamo alla 7.3)
  • La nostra assistenza aggiuntiva gratuita

Abbiamo parlato con il responsabile di SiteGround Italia per capire le motivazioni che stanno dietro alla scelta di aver chiuso il data center a Milano e questa è stata la risposta:

“Vorrei rassicurare sul fatto che i motivi della decisione sono strettamente legati a fattori aziendali e non di Paese o mercato. Negli ultimi anni abbiamo valutato a livello internazionale diverse strategie da applicare ai singoli Paesi in cui operiamo. L’Italia si è rivelata essere uno dei Paesi con maggiore fermento e da qui la decisione dell’apertura sia di una sede, sia di un data center.

La crescita esponenziale dell’azienda a livello globale però ci ha messo di fronte alla necessità di ripensare alcune delle nostre strategie. Crescita e complessità spesso vanno di pari passo e per questo abbiamo voluto intervenire in modo deciso attuando una semplificazione gestionale e amministrativa. Da qui la decisione di centralizzare la gestione dei servizi europei tramite la nostra SL spagnola e il focus sui nostri data center europei più performanti: Amsterdam e Londra.

Questo non vuol dire che abbiamo abbandonato il mercato italiano nel quale stiamo crescendo al pari dei grandi mercati internazionali come Stati Uniti, Canada e Australia. Al contrario, nell’ultimo anno abbiamo ampliato l’organico italiano e sono al lavoro personalmente per attivare nel prossimo futuro partnership e servizi specifici.

Il data center di Milano? Al momento non è più disponibile per i nuovi clienti ma non è certamente una decisione definitiva. In futuro potremmo aprirne sicuramente di nuovi. In termini di performance, dopo migliaia di test, abbiamo verificato come non ci sia alcuna variazione e abbiamo inoltre deciso di fornire gratuitamente CDN Cloudflare a tutti i nostri clienti. Questo permette agli utenti del proprio sito di accedere ai “nodi” CDN più vicini a loro, annullando la distanza del data center.”

Luca Rodino (Responsabile SiteGround Italia)


Scegli il tuo piano shared host.
Su tutti i piani SiteGround avrai l’assistenza aggiuntiva e gratuita.
Sempre in italiano con SiteGround e Gestione WP.

ATTIVA SG


Conclusioni

“Vengo da un’esperienza precedente abbastanza disastrosa di nome Aruba (easy business) e come è successo a molti dei nostri clienti, mi trovo molto soddisfatto dei servizi di SiteGround, avendo un account con loro dal 2015“. È altrettanto scontato che Gestione WP, per poter fornire una scelta corretta ai nostri clienti, guidandoli verso il migliore piano di hosting account, deve essere la prima azienda a testare nuovi servizi sulla propria pelle. E così è stato. Lo abbiamo fatto e lo continueremo a fare anche con altri competitor nazionali e internazionali come Serverplan (per l’offerta semidedicato) e Kinsta (per l’offerta cloud hosting). SiteGround rimane però la nostra prima scelta dedicata al tuo nuovo account. Stay tuned, Gestione WP.


"Professionali e veloci. I loro consigli sulla SEO
sono stati molto utili per la crescita del mio blog. Efficaci
anche nel passaggio a SiteGround."

Trustpilot
Sei rimasto soddisfatto dei nostri servizi di assistenza WordPress?
Lascia una tua recensione su Trustpilot.
Chatta con Gestione WP
Ciao! Posso esserti utile?