Sito Internet veloce da subito | Assistenza WordPress | SEO |
Mostra tutto

Sito Internet veloce da subito: Time to First Byte

Time to first byte

Un sito Internet veloce da subito è indispensabile per soddisfare 2 requisiti. 1) La soddisfazione dei tuoi clienti (esperienza utente). 2) Essere meglio indicizzato su Google. Spesso si pensa che un sito web sia lento a caricare solo perché il webmaster non abbia ottimizzato le risorse di tema e plugin. Un altro fattore importantissimo, invece, e che dipende dalla qualità del tuo hosting provider, è il TTFB (Time to First Byte). Ti spiego meglio di cosa si tratta.

Quando parliamo di sito internet veloce da subito, generalmente indichiamo la velocità complessiva del tuo sito WordPress. Molte volte ci concentriamo sulle caratteristiche del front end e sulle ottimizzazioni di WordPress, per migliorare le velocità di caricamento della pagina. Tuttavia, è bene fare un’analisi dettagliata lato server per migliorare le prestazioni. È dal server infatti che vengono inviati i dati e il sito inizia ad essere caricato dal browser.


Un sito web veloce (navigazione inferiore ai 3 secondi) impatta sul posizionamento di Google.


Oggi voglio spiegarti meglio che cos’è il TTFB (Time to First Byte) per poi poter intervenire e ridurne il tempo. Il TTFB è comunemente definito come un fattore di performance (spesso trascurato), ma dovrebbe essere preso in considerazione durante la verifica della velocità del tuo sito. Chiedi sempre una check al webmaster o a chi ti ha dato assistenza.


Sito Internet veloce da subito

Il TTFB rappresenta il tempo che trascorre da quando il tuo browser (e Google) legge il primo byte. Per dirla più semplicemente, è la misura di quanto tempo il browser deve aspettare prima di ricevere il suo primo byte di dati dal server. Quanto più tempo passa per l’invio dei dati, più tempo serve per visualizzare la pagina. Un errore comune è che questo tempo sia calcolato in base alle connessioni attraverso i DNS. Il calcolo originale del TTFB nel networking include sempre la “latenza di rete”, ma differenti rallentamenti e latenza possono verificarsi in qualsiasi punto della “catena”.

Test Pingdom

“Uno dei test sulla page speed che è possibile fare in rete.”


1. Richiesta al server

Quando qualcuno visita il tuo sito web, la prima cosa che accade è che una richiesta HTTP viene inviata dal client (browser) al server. In questo processo ci sono una serie di fattori che possono presentare dei ritardi. I tempi di ricerca di DNS lenti possono contribuire ad aumentare il tempo della richiesta. Se il server si trova ad una certa distanza geografica, ciò può provocare latenza. Proprio perché i dati devono viaggiare per una lunga distanza. Inoltre, se si dispone di regole firewall complesse, anche questo fattore potrebbe aumentare il tempo di “instradamento” dei dati. E non ti dimenticare che la velocità di internet del tuo cliente è un altro fattore determinante della velocità di caricamento di una pagina web.

2. Elaborazione del server

Dopo che la richiesta è stata inviata, il server deve elaborarla e generare una risposta. Ciò potrebbe introdurre ritardi diversi, come le chiamate lente al database. Troppi script di terze parti (plugin), non memorizzati nella cache della prima risposta. Codice d WordPress non ottimizzato e risorse insufficienti del server (ad esempio il disco I/O o la memoria del PHO o la versione).

Il test del TTFB

“Sito Internet veloce da subito e in classe A.”


3. Risposta del client

Quando il server ha elaborato la richiesta, deve inviare i dati al client (o piuttosto inviare il primo byte). Questo il tempo è fortemente influenzato sia dalla velocità di rete del server che del client. I tempi del TTFB possono aumentare per diversi motivi. Se il cliente ha internet lenta, per esempio, perché è connesso da un hotspot Wi-Fi, il rallentamento si rifletterà nel TTFB.


Il TTFB è importante?

È importante capire che il TTFB (il tempo del primo byte) non è uguale alla velocità del sito. Ci sono molte discussioni in tutto il web sul fatto che il TTFB sia importante o meno. Alcuni dicono che è non è importante (Cloudflare, LittleBizzy) e altri dicono che lo è (Ilya Grigorik, web engineer responsabile delle prestazioni a Google). Entrambe le parti sollecitano alcuni punti validi sul perché il TTFB sia o non sia importante e discutono anche su come calcolarlo nel modo più preciso.

Moz ha anche fatto uno studio approfondito sulla correlazione tra l’indicizzazione nella SERP di Google e il tempo per il primo byte. Tuttavia, è difficile sapere se questa è la causa di uno scarso posizionamento sulle prime pagine di Google, o se i siti con TTFB inferiori sono semplicemente più veloci in generale e per questo motivo  a loro volta potrebbero essere influenzati dal fattore di classificazione della velocità di pagina da parte Google. Noi pensiamo che veloce sia meglio.


La qualità paga sempre

Ci sono molte cose che potresti pensare di ottimizzare o correggere per ridurre il TTFB. La cache del database, il disco IO, la RAM, le impostazioni del PHP, le impostazioni di MySQL. Impostazioni di rete, il sovraccarico TLS eccetera. Ricordati però che, la prossima volta che qualcuno ti chiede come ridurre il tuo TTFB, dovresti pensare che un hosting WordPress veloce con CDN (Content Delivery Network), plugin di cache e DNS vicini alla tua area geografica, svolgono una parte enorme nell’assicurarti una buona velocità. Per questo motivo è bene avere un hosting account di qualità come il nostro SiteGround.

Sito Internet veloce da subito con SiteGround

“Gestione WP è partner SiteGround e ti offre assistenza GRATUITA sulle nuove installazioni.”


Questi motivi sono stati sufficienti per pretendere un sito Internet veloce da subito. Ci hanno fatto scegliere da oltre un anno e mezzo SiteGround, l’hosting provider al quale siamo affiliati come partner e grazie al quale forniamo assistenza GRATUITA sui nuovi account a tutti i nostri clienti. Se anche tu vuoi passare a Siteground, sappi che interverremo noi, rendendo semplici e veloci tutte le operazioni di trasferimento dominio e sito web già pubblicato online con il tuo vecchio hosting. Qualcuno pensa che un hosting account debba costare il meno possibile (se non essere addirittura gratuito).

Noi pensiamo invece che una casa (il tuo nuovo sito web o blog) si possa costruire solo su solide fondamenta. Puoi approfondire la nostra offerta sulla pagina dedicata: Miglior hosting Siteground. Stay tuned, Gestione WP.

Print Friendly, PDF & Email
Marcello Moresco
Marcello Moresco
Marcello Moresco è un Visual Designer - SEO SpecialistMarcello Moresco è specializzato nella realizzazione di nuovi progetti di comunicazione 2.0. Gestisce il gruppo Facebook: Wordpress facile e si occuperà di rinnovare la tua immagine digitale. CEO e project manager di Gestione WP gestisce questo sito web e tutti i servizi assieme agli altri professionisti del team Gestione WP. Contattaci per una consulenza GRATUITA! Risponderemo subito studiando assieme le migliori soluzioni.



Prenditi una pausa caffè.
A tutto il resto ci pensiamo noi!


Assistenza WordPress · SEO · Corso WordPress
Restyling sito web · Nuovo sito web WordPress · eCommerce 
Marketing e comunicazione online e offline


© 2017 Gestione WP | info@gestionewp.it