Speed insight WordPress | Assistenza WordPress e gestione
Mostra tutto

Speed insight WordPress

Page speed Analytics SEO

Un sito lento è quello che gli utenti abbandonano.
Il tuo sito web WordPress si deve caricare in meno di 3 secondi.

Page Speed in inglese vuole dire velocità di caricamento (Google Docet), Esperienza Utente e prestazioni al massimo. Uno degli aspetti fondamentali della realizzazione di un buon sito web riguarda proprio la sua ottimizzazione con verifiche di speed insight in funzione delle prestazioni e in favore della SEO. 

Come fare per gestire e ottimizzare le prestazioni (page speed) del tuo sito WordPress? E in funzione di quali obiettivi?

  • Le migliori prestazioni del tuo sito possono attirare più utenti, rendendo più conversioni.
  • Le migliori prestazioni del tuo sito si rivelano come velocità,  in termini di tempi di caricamento della pagina.

Due obiettivi in stretta relazione.
Il secondo (le prestazioni) avrà un enorme impatto sul primo (le conversioni).


Speed insight: tutti i benefici

Un sito con alte prestazioni genera più di traffico e fa aumentare il numero di visitatori nel tempo. Il tuo sito avrà i propri obiettivi specifici: è importante sapere quali siano fin dall’inizio e come questi influenzeranno la struttura del sito, interfaccia utente e il contenuto. È per questo che anche la page speed è un lavoro importante da fare sul tuo nuovo sito web per trasformarlo in un sito out of the box. one WordPress si occupa di tutte le più importanti attività di “manutenzione”. Continua pure a leggere e magari contattaci per un preventivo.

Per massimizzare le prestazioni è necessario conoscere i tuoi obiettivi e misurare le performance (speed insight) del sito in funzione di esse. Avrai anche bisogno di individuare e utilizzare gli strumenti giusti. Le principali aree da prendere in considerazione sono:

  • SEO per attirare più visitatori.
  • Ottimizzazione delle conversioni per ottenere più vendite o contatti.
  • Monitoraggio delle l’attività in modo da poter ridurre al minimo la frequenza di rimbalzo.
  • Analytics per aiutarti a tenere traccia dei visitatori, delle conversioni, della frequenza di rimbalzo e altro.
  • L’ottimizzazione del sito per tutte le piattaforme che tuoi visitatori usano.

SEO (Search Engine Optimization).

Avrai già trovato milioni di articoli che parlano della SEO e non ho molta voglia di aggiungere altro. Tuttavia vale la pena notare che hai a tua disposizione strumenti specifici che ti possono aiutare con la SEO. WordPress è dotato di caratteristiche incorporate dedicate a ciò. Inoltre puoi installare plugin che ti aiuteranno a incrementare il posizionamento sui motori di ricerca. Nessuno di questi però è una soluzione rapida per quanto riguarda il posizionamento. Avrai bisogno di acquisire una conoscenza approfondita degli ultimi sviluppi della SEO e dedicare molto lavoro per ottimizzare veramente bene il tuo sito. Queste sono alcune delle funzioni che puoi utilizzare:

  • Utilizza funzioni WordPress incorporate, come quelle per la generazione di tag del titolo nella sezione <head> delle tue pagine. Il tuo tema dovrebbe sostenere queste funzioni (anche se si potrebbe utilizzare un plugin).
  • Aggiungi i collegamenti, in particolare i collegamenti interni, aggiungendo un titolo nel campo fornito da WordPress. Ciò aiuterà i motori di ricerca a capire che cosa questi link sono circa.
  • Aggiungi testo alternativo e una descrizione alle immagini. Quando le persone fanno ricerche di immagini, Google e altri motori di ricerca useranno queste informazioni per determinare cosa mostrare loro. Sono anche un bene per l’accessibilità.
  • Installa Plugin che ti offrono funzionalità SEO più avanzate come Yoast.
  • Installa Plugin che ti aiutano nelle analisi. Come Google Analytics o Google Analytics Dashboard per WP.

Ottimizza le conversioni

Per  molti anni l’attenzione sulla SEO è stata rivolta ad a ottenere più visitatori. Ma pensare che ciò sia ancora la sola tecnica giusta è pericoloso. Gli utenti devo essere stimolati a compiere delle azioni e lavorare su ciò è molto più efficace che passare da 100 a 500 visitatori al giorno. Investire denaro in ads ti porterebbe a questo risultato. Ma gli utenti potrebbero lasciare il tuo sito entro pochi secondi se il tasso di conversione (CRO) è basso. Tutti dati che potrai misurare e ottimizzare per avere un’ottima speed insight.

Per capire quanto gli utenti possano essere interessati ai contenuti che esistono diversi strumenti a tua disposizione:

  • Plugin come Google Analytics  o Google Analytics Dashboard per WP ti vengono in aiuto per accedere alle analisi del sito e vedere ciò che i visitatori stanno facendo.
  • Esecuzione di test A/B su due temi diversi ti aiuterà a vedere quale tema incoraggia più visitatori da convertire. Il test a/B per un tema o un plugin ti aiuterà tantissimo.
  • Ci sono una serie di plugin per ottenere molti più dati dalle tue analisi creando report più dettagliati. Gli esempi includono il Form Abbandoning Tracking, che tiene traccia dei comportamenti sulle form, il Vidanalytic che monitora le visite sui tuoi video e il heatmap for WordPress per vedere quali pagine i tuoi utenti hanno cliccato.

Ottimizza il sito multi-piattaforma

Quando ho iniziato a sviluppare siti web, fare test multi-piattaforma era davvero difficile. Gli sviluppatori passavano ore ed ore a litigare con il loro codice in funzione dell’ottimizzazione per le ultime versioni di Internet Explorer e ciò creava tanta frustrazione. Oggi nessuno parla più di compatibilità tra i diversi browser. Oggi è solo una questione di compatibilità tra i diversi device, siamo essi un computer desktop. Un iPad e naturalmente un iPhone o un qualsiasi altro dispositivo mobile. Gli strumenti giusti per la tua speed insight.

La tua attenzione sarà dedicata all’installazione e allo sviluppo di un tema responsive, il quale sarà in grado di adattarsi ai diversi device. Il layout del tuo tema quindi si dovrà ridimensionare e adattare, per soddisfare esigente diverse e diverse risoluzioni schermo. Idealmente su schermi piccoli dovrebbero essere caricate immagini piccole, per risparmiare sui tempi di caricamento.


Usa Mobble per la tua speed insight

Per rendere perfettamente “mobile” il tuo tema su un cellulare, è anche possibile utilizzare un tema mobile che utilizza il PHP per cambiare in base alla richiesta, piuttosto che i CSS per modificare la modalità in cui il sito viene visualizzato.

Un tema responsive si occuperà anche di servire immagini più piccole sui dispositivi mobili. Anche se ciò è meno importante rispetto a  quando le connessioni mobili erano più lente, dimostra l’impegno ad offrire contenuti adeguati.

Un ottimo plugin adatto allo scopo di rilevare  i diversi dispositivi e servire il contenuto di conseguenza è Mobble, che fornisce tag  per inviare immagini di diverse dimensioni a dispositivi diversi quali PC Desktop, iPad o iPhone


Speed insight WordPress

Ottimizza la page speed e ottieni un ottimo speed insight

Se il tuo sito è lento, gli utenti andranno a navigare altrove! E quindi tutto il lavoro che hai fatto su (CRO)e SEO sarà inutile. Devi assicurarti e garantire un’ottima page speed in base al traffico che vuoi ottenere, utilizzando un server provider con alte prestazioni, temi e plugin sviluppati anche in funzione della page speed. Diamo uno sguardo a quali sono le tecniche più comuni per ottimizzare un sito web in funzione delle prestazioni:

Generalmente la cache serve per servire meglio al browser le pagine HTML statiche del tuo sito, ma va usata con criterio:

  • Se il tuo sito ha pagine che si aggiornano frequentemente, le pagine nella cache potrebbero scadere rapidamente.
  • Quando pubblichi commenti senza moderazione, la cache potrebbe prevenire la visualizzazione dei commenti appena pubblicati.
  • Le tue pagine includono feed (ad esempio i social media o i feed RSS)? Considera quando la cache aggiornerà il tuo sito.

Per i siti web con un alto traffico è anche possibile utilizzare la memorizzazione nella cache del server per migliorare la Speed. Il modo in cui si esegue questa operazione dipende dalla configurazione del server quindi è qualcosa che hai bisogno di chiarire con gli esperti del tuo hosting provider.

Usa anche questi plugin per avere ottimi speed insight. I plugin più popolari per la memorizzazione nella cache di siti WordPress sono W3 Total Cache e WP Super Cache. Quale funziona meglio dipenderà dalle opzioni di cui hai bisogno: vale la pena testare entrambi se il tuo sito riceve un sacco di traffico, potrai scegliere quello che farà la differenza.


Minimizza il codice

Così come la memorizzazione delle pagine nella cache, è possibile anche installare plugin che minimizzano il codice del tuoi file CSS e Javascript. Aumenterai così la tua Page Speed, aiutando il browser ad essere più veloce rendendo i file più leggeri. Le tue pagine non hanno bisogno di tutti i ritorni a capo o gli spazi in più che hai aggiunto per lavorare meglio! I plugin di cache di solito offrono un’opzione di minimizzazione. Se lo desideri puoi anche usare un plugin dedicato come Better WordPress Minify senza necessariamente attivare la cache.

  • Minimizza le richieste HTTP. Ogni volta che un browser deve formulare una domanda per trovare un oggetto ci vuole tempo. Uno dei più grandi colpevoli di questa perdita di tempo sono le immagini. Assicurati che il tuo tema non usi immagini quando al loro posto potrebbe essere utilizzato del codice CSS.
  • Carica i fogli di stile CSS nella parte superiore della pagina, nella sezione <head>. Questo in genere non velocizzerà il tempo di caricamento della pagina, ma farà sembrare agli utenti che il sito carichi più rapidamente. Nell’intestazione del file .php del tuo tema i fogli site dovrebbero comparire nella parte iniziale.

Carica gli script in fondo

  • Carica gli script nella parte inferiore della pagina. Gli script caricati nella parte superiore bloccheranno altri download come le immagini o gli slider. Le funzionalità degli script non saranno necessarie fino a quando il resto della pagina è stata caricata.
  • Usa CSS e Javascript che sono esterni alla pagina. Inserire i CSS inline è controproducente. Gli script esterni vengono caricati più rapidamente di quelli nella pagina.
  • Evita i re-indirizzamenti dove possibile. I Redirect (utilizzando i codici di stato 301 e 302) rallentano il browser.
  • Assicurati di utilizzare una barra finale dopo link interni. Un collegamento senza una barra finale in realtà punta a nulla, ma il browser capirà che deve puntare al collegamento corretto (con la barra finale).  Se si stai lavorando su un sito esistente e pensi alcuni vecchi link non hanno lo slash finale, è possibile forzare il “trailing flash” nel file .htaccess.
Print Friendly, PDF & Email
Marcello Moresco
Marcello Moresco
Marcello Moresco è un Visual Designer - SEO SpecialistMarcello Moresco è specializzato nella realizzazione di nuovi progetti di comunicazione 2.0. Gestisce il gruppo Facebook: Wordpress facile e si occuperà di rinnovare la tua immagine digitale. CEO e project manager di Gestione WP gestisce questo sito web e tutti i servizi assieme agli altri professionisti del team Gestione WP. Contattaci per una consulenza GRATUITA! Risponderemo subito studiando assieme le migliori soluzioni.


WordPress | SEO | Formazione | Marketing
Prenditi una pausa caffè.
Velocità di navigazione a 80 Euro!


Email: info@gestionewp.it | Mobile: 346 1627800
© 2017 Gestione WP