Vai alla home page

Velocizzare WordPress con la page speed

Velocizzare WordPress è necessario dopo la pubblicazione online. Se il tuo sito web è molto lento l’esperienza utente sarà negativa. La lentezza del caricamento di una pagina web è la ragione per la quale gli utenti abbandonano un sito, causando un aumento della frequenza di rimbalzo. Una buona page speed è anche la ragione di una migliore indicizzazione di pagine e articoli nella SERP.

Velocizzare WordPress è il frutto di un’attenta ottimizzazione di tutte le risorse del sito (HTML, CSS, Javascript), basata su ottime impostazioni del server account e attenzione a quali componenti aggiuntivi (i plugin) oltre ad avere un tema sempre aggiornato. Inutile dedicare tanto tempo all’ottimizzazione SEO dei contenuti e al marketing se prima di tutto il sito non è veloce e le pagine non caricano in meno di 2 secondi. Rendi anche le immagini più leggere con un plugin straordinario. Vediamo come.


Velocizzare WordPress con la page speed

Come velocizzare WordPress allora? A chi affidarsi e cosa fare per aumentare le prestazioni? Il tuo hosting provider è all’altezza delle aspettative? Il web designer che ti ha realizzato il sito avrà fatto un buon lavoro? Sono queste le domande che molti utenti si pongono quando il loro sito web non ottiene i risultati sperati: essere bene indicizzato su Google e sui motori di ricerca per convertire nuovi utenti in clienti e farsi conoscere sul web. Nonostante tu possa fare un grosso lavoro di pubblicazione di articoli sul blog, forse hai trascurato aspetti tecnici importanti che riguardano proprio le prestazioni. Magari e semplicemente non sapevi come e cosa fare e noi possiamo naturalmente darti una mano, ma intanto leggi questo articolo.

ANALISI SITO WEB

Se ci invierai una email con l’indirizzo del tuo sito web, riceverai anche tu un report completo e dettaglaito che evidenzierà quali sono gli aspetti migliorabili del tuo progetto online e il nostro primo punto di attenzione sarà proprio come velocizzare WordPress se il sito risulterà dai nostri test molto lento. Maggiori informazioni le trovi qui: Analisi sito web.


Navigazione super veloce

Un sito o un blog WordPress devono consentire una navigazione pari o inferiore ai 3 secondi (in funzione naturalmente del peso di una pagina che non dovrebbe superare i 2.5 mega). Troppe volte vediamo pagine web che per caricare ci mettono oltre i 10 secondi e delle quali il peso supera i 5 Megabyte. Tutti errori che fanno gli utenti che non conoscono questi importanti aspetti tecnici e non sanno come velocizzare WordPress. Ecco elencati alcuni fattori che contribuiranno a rendere veloce il tuo sito web:

  1. Scelta del miglior hosting account 
  2. Ultima versione di PHP (compatibile con tema e plugin)
  3. Corrette impostazioni lato server 
  4. Ottimizzazione delle immagini (con Photoshop + plugin Short Pixel)
  5. Impostazione della cache (plugin + ottimizzazione file .htaccess)
  6. Ottimizzazione delle risorse (CSS + HTML+Javascript)
  7. Test e report

Come velocizzare un sito WordPress 

WordPress lento su Aruba (l’hosting più usato in Italia) ma anche sugli altri hosting provider se il tuo webmaster o chi ti ha realizzato il sito non hanno pensato a velocizzare WordPress con l’ottimizzazione di tutte le risorse. Sarà innanzitutto necessario impostare il tuo account in modo preciso.

  • PHP 7.2/7.3 (imposta l’ultima versione di PHP)
  • Aumenta la memoria (le variabili)
  • Ottimizza il file ht.access (in funzione del dominio)

Queste operazioni di controllo e ottimizzazione, se eseguite correttamente, hanno lo scopo di ridurre il tempo di latenza che esiste per ogni sito, quando tra il digitare l’indirizzo web e il primo byte che viene letto dal browser, passano proprio frazioni di secondi. La misura del tempo con il quale il primo byte viene letto si chiama TTFB (Time to First Byte), deve essere attorno o inferiore ai 500 ms e riportare parametri corretti. Puoi facilmente verificare il TTFB qui: webpagetest.org.

Nota: non tutti gli hosting account hanno la possibilità di impostare l’ultima versione di PHP. È incredibile, ma spesso e volentieri notiamo che il PHP usato è ancora la versione 5.3. Sappi che da gennaio 2019 tutte le versioni di PHP 5 saranno considerate obsolete. Preoccupati quindi di controllare e aggiornare il PHP all’ultima release 7.0.


In arrivo PHP 7.3

Solo con un tema WordPress (la base grafica e funzionale) aggiornato e compatibile alle ultime versioni di PHP, potrai godere dei benefici sopra descritti. Il tuo hosting Provider (come il nostro SiteGroundMiglior hosting WordPress), deve essere in grado di metterti a disposizione l’ultima versione disponibile. Ottimizza frequentemente anche il database con un plugin dedicato, di facile uso e sicuro come WP-Optimize. Controlla la memoria allocata alle variabili del PHP stesso come accennato.

PHP 7.3 con SiteGround

Nuova versione di PHP (7.3) su hosting SiteGround.”

PASSA A SG


Condivisione CDN con Cloudfare

Nonostante tu abbia un account veloce, dovrai sempre ottimizzare le risorse del server. Utilizza anche una condivisione delle risorse CDN, come nel caso di Cloudfare (opzione pre-installata con SiteGround). E fai dei test con le diverse impostazioni a disposizione. La nostra migliore configurazione si è rivelata quella che usa un componente di sviluppo in house che si chiama Rocket Loader, il quale secondo i nostri test, aumenta di ben il 45% il TTFP (Time to first Paint).

“Il test eseguito sul nostro sito grazie a webpagetest.org.”


Velocizzare WordPress in 3 mosse

1) Ottimizza tutte le immagini – Non mi stancherò mai di ripeterlo: le immagini NON ottimizzate sono la principale fonte di rallentamento di un sito WordPress. Pensa solo che ogni immagine genera ben 12 anteprime responsive… Per capire meglio come fare leggi ad ottimizzare le immagini leggi questo articolo: Modificare foto online.

2) Gestisci le risorse – Comprimi tutti i file HTML, CSS, Javascript con appositi plugin. Oppure attiva un CDN (Content Delivery Network) come Cloudfare. penserà lui in questo caso attraverso la tua impostazione delle opzioni relative alla page speed ad ottimizzare i file. Ti ricordo anche che utilizzando Cloudfare il tuo sito web sarà molto più sicuro.

3) Sfrutta appieno la cache del Browser –  Per fare ciò necessiti di installare un plugin nato e sviluppato per queato scopo. Solo in questo modo il tuo browser terrà in memoria le pagine navigate e alla navigazione successiva compariranno all’istante. Abbiamo parlato di alcuni plugin in questo articolo: Page Speed insight. SG Optimizer invece è il plugin nativo di SiteGorund.


Velocizzare WordPress: usa i plugin giusti

Al contrario di quanto si possa pensare, NON è assolutamente vero che i plugin rallentano WordPress. Ovviamente un sito senza plugin è un po’ + veloce, ma è altrettanto chiaro che un set di plugin serve a differenti scopi richiesti dal tuo progetto. Vorresti usare un sito senza Contact Form 7 o Slider Revolution per esempio?  Ottimizza le risorse e vedrai che con un set di plugin giusti il sito sarà velocissimo ugualmente. Gli addetti ai lavori web designer e webmaster li conoscono bene. Sono i plugin dedicati all’ottimizzazione delle risorse (immagini e file) e alla cache. Voglio elencarti quelli più usati e performanti:

  • Autoptimize (un “must have”)
  • Short Pixel (algoritmo proprietario)
  • JCH optimize (molto sofisticato)
  • WP Speed Grades Lite (utile aggiunta ad un plugin di cache)
  • WP Super Cache (il più scaricato)
  • SG Super Cacher (solo con hosting SiteGround)
  • Wp Fastest Cache (il migliore nella versione premium)

Plugin che rallentano la page speed

Quali sono i plugin che rallentano il tuo sito web o blog? Sarai tu a scegliere quali attivare, creando un buon compromesso tra funzioni richieste dal progetto e prestazioni.  Plugin che rallentano la page speed sono per esempio tutti quelli di condivisione social. I plugin di popup, quelli che caricano video. In generale tutti quei plugin che fanno chiamate a link esterni al tuo sito e dei quali non è possibile per questo motivo impostare regole di cache rallentano WordPress. Non ci crederai ma anche certi codici e script di Google come le Google font o lo stesso script di Google analytics. Il pixel di Facebook, eccetera.

“Le impostazioni della cache statica e dinamica su SiteGround.”


Ottimizzare la cache con un plugin (shared host)

Sono 3 i plugin di cache più efficaci. Il primo si chiama SG Optimizer (sviluppato dallo stesso SiteGround). Una volta creato un nuovo account e installato WordPress, avrai a disposizione tutte le impostazioni attraverso il comodo cPanel del tuo provider. Il secondo plugin si chiama WP Fastest Cache. Viene rilasciato sia in versione gratuita che premium (che consigliamo), ed è davvero molto sofisticato e ricco di opzioni. Il terzo plugin è il famosissimo WP Super Cache.


Ottimizzare le immagini con ShortPixel

Le immagini sul sito sono uno dei principali fattori di rallentamento. Consigliamo sempre di usare un programma di editing come Photoshop e salvare per web. Facendo attenzione alle dimensioni dei file. Anche in questo caso e dopo la pubblicazione ci viene in aiuto un plugin straordinario, in grado di ridurre il peso di un’immagine dall’originale (già alleggerito) di 500 kb a meno della metà. Ne abbiamo parlato in dettaglio in questo articolo. Immagini siti web ottimizzate con ShortPixel.

ShortPixel

“Usa ShortPixel per ottimizzare immagini e documenti allegati.”


Velocizzare WordPress: conclusioni

Avere una buona page speed è il risultato che vogliamo ottenere. Un sito web veloce e meglio indicizzato sui motori di ricerca, sarà una delle ragioni del nostro successo online. Un sito veloce, infatti, oltre che determinare maggiore gradimento degli utenti (UX) e ridurre così la percentuale di rimbalzo, sarà meglio cercato e trovato. Oltre ad avere naturalmente un’ottima scelta delle keyword più efficaci e una buona ottimizzazione SEO. Con un’attenta gestione del server e l’ottimizzazione della page speed,  il tuo sito sarà veloce! Contattaci per una consulenza, siamo onlineStay tuned, Gestione WP.

Nascondi
Guida WordPress 2019